Quantcast

Coldiretti: “4,7 milioni di danni alle imprese” Iren: “Agevolazioni agli alluvionati” foto

L'associazione precisa che questo importo è destinato salire "in quanto molti imprenditori agricoli si trovano ancora in una situazione di isolamento telefonico e di viabilità e  non hanno ancora avuto modo di comunicare l’esatta entità dei danni"

Più informazioni su

Ammontano a 4,7 milioni di euro i danni alle aziende agricole dell’alta Val Nure gravemente colpita dai fenomeni alluvionali dei giorni scorsi. Ad annunciarlo è Coldiretti Piacenza nel precisare che questo importo è destinato salire in quanto molti imprenditori agricoli si trovano ancora in una situazione di isolamento telefonico e di viabilità e  non hanno ancora avuto modo di comunicare l’esatta entità dei danni.

Si tratta di stalle allegate, campi scavati dall’acqua, pollai spazzati dalla furia del fiume, pozzi e fontane danneggiate e non più utilizzabili per il consumo domestico e per l’abbeveraggio degli animali, canali e strade interpoderali gravemente compromesse. Un danno diretto stimato per oltre 3,5 milioni di euro che si vanno a sommare a circa 1,2 milioni di euro di danni alle strutture aziendali.

Non immediatamente quantificabili – fa sapere Coldiretti Piacenza – sono invece i danni indiretti legati alla viabilità ordinaria gravemente compromessa da frane e cedimenti. Quotidianamente, infatti sia sulle strade principali che su quelle secondarie,  viaggiano circa 100 quintali di latte prodotti dalle stalle della montagna e migliaia di quintali di legname oltre al rifornimento di carburante e all’approvvigionamento di mangimi e foraggi per il bestiame.

Particolare preoccupazione –  continua Coldiretti –  per la stabilità della cosiddetta “strada vecchia”, utilizzata ora come unico collegamento diretto per l’alta Valnure. “La strada, afferma Riccardo Piras, segretario di zona di Bettola, non sopporta da diversi anni il traffico ordinario e presenta movimenti franosi. La sicurezza potrebbe essere messa ulteriormente alla prova dal passaggio dei mezzi. Se anche questo collegamento dovesse presentare nei prossimi giorni cedimenti rischiamo di rimanere isolati.”

“In questo momento, prosegue Piras, gli agricoltori della montagna insieme ad alcuni imprenditori di Coldiretti Giovani Impresa di tutta la provincia stanno coadiuvando le azioni di ripristino nel comune di Farini”.

CONSUMI STRAORDINARI DI ACQUA PER ATTIVITA’ LEGATE AI FATTI ALLUVIONALI DEL PIACENTINO. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IREN RICONOSCE AGEVOLAZIONI AGLI ALLUVIONATI

Il Gruppo Iren, riaffermando la volontà di essere vicino alle popolazioni dei Comuni del Piacentino colpiti dai recenti eventi alluvionali, ha definito modalità per agevolare coloro che si sono trovati a dover affrontare una situazione di emergenza per il ripristino delle proprie abitazioni o delle proprie attività economiche, con conseguenti consumi di acqua straordinari.
 
Il Consiglio di Amministrazione, riunito in data odierna, ha voluto esprimere all’unanimità la solidarietà alle popolazioni colpite assumendo una immediata determinazione a sostegno dei propri Clienti: è stato previsto l’abbuono completo dei consumi di acqua eccedenti la media storica dell’utenza e verrà definita una procedura estremamente semplificata di accesso all’agevolazione. I Clienti residenziali e le imprese che hanno utilizzato il servizio idrico per attività legate ai fatti alluvionali (pulizia locali, sgombero detriti, ecc.) potranno richiedere direttamente ad IREN l’applicazione dell’agevolazione stessa. Inoltre, fin dal  giorno successivo agli eventi che hanno colpito Piacenza, in analogia a quanto già fatto per situazioni analoghe a Parma e a Genova, per tutti i clienti Iren colpiti dall’alluvione è stata istituita la possibilità di dilazionare il pagamento delle bollette di gas ed acqua fino al 31 dicembre 2015 senza penalità di mora.
Al termine dell’emergenza in corso verranno comunicati a mezzo stampa i dettagli applicativi della determinazione assunta oggi dal Consiglio di Amministrazione di Iren.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.