Quantcast

Commercio, Lega: “Mercato insicuro, servono più controlli”

"Furti, truffe, abusivismo e merce contraffatta stanno esasperando gli ambulanti regolari che operano al mercato di Piacenza."

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della Lega Nord di Piacenza, sui problemi legati all’abusivismo. 
 
Il comunicato – “Furti, truffe, abusivismo e merce contraffatta stanno esasperando gli ambulanti regolari che operano al mercato di Piacenza. Per molti di loro, a causa di un’amministrazione comunale inerte, la misura è ormai colma».
A puntare il dito contro la giunta Dosi è la sezione cittadina della Lega Nord, che dopo avere raccolto il parere di alcuni venditori insoddisfatti dall’assenza di pattugliamenti da parte della polizia municipale nei giorni di mercato, sabato ha effettuato un volantinaggio sul tema in piazza Duomo.

“Ci è stata descritta –  riferisce il Carroccio di Piacenza – una situazione prossima all’anarchia dovuta alla mancanza di agenti nei momenti di maggiore affollamento. Ad approfittare di tale vuoto sono, per la maggior parte, gli ambulanti stranieri che non rispettano il plateatico e vendono merce usata senza garanzie di igiene: costoro non vengono allontanati e multati neppure quando sono gli stessi operatori regolari ad indicare alla polizia urbana le infrazioni commesse. I vigili, infatti, passano solamente per far la cosiddetta “spunta”, ma non tornano durante le ore di massimo affollamento.

Di conseguenza, la sicurezza, sia nei confronti degli ambulanti che dei passanti, e il rispetto delle regole non vengono assicurati. Casi come quello dello straniero che si è finto dipendente di un banco per incassare indebitamente una somma di denaro mentre il titolare si era allontanato per qualche istante non accadrebbero se a scoraggiare i malintenzionati ci fosse la vista di qualche divisa. I commercianti, che si sentono abbandonati dalle autorità, considerano appetibili realtà più piccole come quella di Voghera, dove almeno una pattuglia di agenti della municipale è presente per tutta la durata del mercato. A Cremona, invece, le indicazioni precise per il posizionamento delle bancarelle rende obbligatorio il rispetto delle postazioni assegnate e quindi il pagamento del plateatico.”
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.