Quantcast

Contro Reggio si chiude il precampionato dei Lyons (19-17)

Il precampionato dei Lyons si conclude con una vittoria nel test match contro il Rugby Reggio, formazione di serie A candidata alla promozione in Eccellenza

Più informazioni su

Piacenza, sabato 26 settembre 2015. Sitav Rugby Lyons – Rugby Reggio A.S.D. 19 – 17

Sitav Rugby Lyons: Thrower, Bassi, Subacchi, Forte, Boreri, Nathan, Pasini, Ward, Fornari, Benelli, Mahu, Ortis, Carloni, Daniele, Lombardi. Sono entrati: Singh, Bance, Rivetti, Albertin, Alfonsi, Rossi, Cammi, Cornelli, Baracchi, Chiappini, Ferri, Barbuscia.

All.: Bertoncini.                         

Rugby Reggio A.S.D: Farolini, Ciju, Daupi, Canali, Masini, Torri, Cazenave, Bergonzini, Dell’Acqua, Vaky, Mandelli, Devodier, Redolfini, Manghi, Lanzano. Sono entrati: Gatti, Fiume, Quaranta, Mannato, Rimpelli, Caminati, Grassi, Poli.

All.: Manghi Roberto.

Arbitro: Russo (Mi)

Marcature: Primo Tempo: 10’ cp Farolini, 19’ mt Mandelli, 29’ mt Nathan, 41’ cp Nathan. Secondo Tempo: 10’ cp Farolini, 14’ cp Thrower, 19’ cp Farolini, 28’ cp Thrower, 36’ cp Farolini, 38’ mt Albertin.

Il precampionato dei Lyons si conclude con una vittoria nel test match contro il Rugby Reggio, formazione di serie A candidata alla promozione in Eccellenza, al termine di un incontro combattuto fino all’ultimo minuto. I bianconeri hanno sicuramente concesso troppo agli ospiti che si sono ritrovati avanti col punteggio fino ai minuti finali dell’incontro sfruttando i numerosi calci di punizione concessi dai padroni di casa. Proprio l’indisciplina è sembrata essere il punto debole della formazione bianconera.

La partita si è aperta proprio con la formazione reggiana capace di portarsi a distanza di break nei primi venti minuti di gioco, grazie ad un calcio piazzato di Farolini che centra i pali al secondo tentativo, e trovando al 19’ la meta con Mandelli, inossidabile seconda linea capace di sfruttare al meglio la spinta del pack sugli sviluppi di una touche. La risposta dei Lyons però non si fa attendere e alla mezz’ora i bianconeri accorciano le distanze con una meta frutto di uno splendido break di Bassi finalizzato da Troy Nathan che prende il tempo giusto per proporsi in sostegno. In pieno recupero Nathan aggiunge altri tre punti e pareggia i conti mandando le squadre negli spogliatoi sull’8 a 8.

Nella ripresa i bianconeri cercano di alzare il ritmo, ma il Reggio Emilia è bravo ad impedirlo e a sfruttare l’indisciplina dei padroni di casa per schiacciare i Lyons nella loro metà campo. La difesa dei Lyons però fa buona guardia e solo raramente la squadra ospite riesce a guadagnare la linea del vantaggio. La gara prosegue con una sfida dalla piazzola fra Farolini e Thrower che portano il risultato sul 17 a 14 in favore della formazione reggiana. Nel gioco aperto però i Lyons sembrano più brillanti e quando fanno il loro ingresso tutti gli uomini della panchina la bilancia sembra pendere dalla parte bianconera. Purtroppo i Lyons non riescono ad essere subito pericolosi e faticano a dare continuità alla propria azione. Le cose migliorano con l’ingresso di Rivetti che, come domenica scorsa a Parma, è sembrato decisivo per aumentare il ritmo dei leoni piacentini. Al 38’ è proprio il giovane mediano a mettere sotto pressione l’esperto Cazenave su una mischia avanzante, recuperando il pallone e servendolo al lanciato Albertin che batte due avversari e trova la meta della vittoria.

Senz’altro soddisfatto il mediano di mischia bianconero Eddy Rivetti: «nel secondo tempo siamo riusciti ad alzare il ritmo riuscendo a diventare più pericolosi. Sulla meta finale che ha deciso il punteggio il grande merito va alla mischia; è stato il lavoro degli avanti a permettermi di recuperare il pallone e lanciare Albertin in meta».

Contento di come è andato l’incontro anche il tecnico Achille Bertoncini: «è solo un mese che abbiamo cominciato ad allenarci e dobbiamo ancora abituarci a giocare insieme. Nel complesso sono soddisfatto: la mischia è andata bene e quando riusciamo a dare continuità al gioco riusciamo ad essere davvero pericolosi». Promossi anche tutti i subentrati dalla panchina: «anche i ragazzi che sono entrati nel secondo tempo mi hanno convinto e sicuramente sarà difficile fare la formazione per la prima di campionato». Bertoncini non dimentica però anche gli aspetti negativi: «anche oggi abbiamo concesso troppi calci di punizione e in campionato l’indisciplina si paga. Abbiamo ancora due settimane per lavorare sodo e migliorare anche sotto questo aspetto».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.