Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Galantino in Cattolica: “I parrroci siano vicini non solo a parole alle comunità colpite” foto

Monsignor Galantino ha commentato i tragici fatti che in questi giorni a Piacenza hanno sconvolto il rapporto tra uomo e natura

Più informazioni su

Individuare le strade da percorrere per una più feconda interazione tra fede e ragione. È uno degli obiettivi dell’annuale incontro dei docenti di Teologia e degli assistenti pastorali dell’Ateneo, che si ritroveranno a Piacenza dal 14 al 17 settembre, a cui interverrà anche il segretario generale Cei monsignor Nunzio Galantino.

Alla tavola rotonda conclusiva, in programma di giovedì 17 settembre, oltre a monsignor Galantino e a Pierangelo Sequeri, preside della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, hanno partecipato anche Franceso Botturi, docente di Filosofia morale nonché prorettore dell’Università Cattolica e monsignor Claudio Giuliodori.

Galantino ha commentato i tragici fatti che in questi giorni a Piacenza hanno sconvolto il rapporto tra uomo e natura: “Di fronte agli eventi come questi è importante interrogarsi su quali responsabilità abbia l’uomo, sono eventi che ci interpellano nella nostra responsabilità”.

E ai parroci delle comunità colpite Galantino dice: “A loro voglio dire quello che ho detto quando ero vescovo diocesano in Calabria e quando abbiamo dovuto fare i conti con un drammatico terremoto, come sacerdoti, come uomini e come credenti l’invito è quello di starci, ad abitare le realtà far sentire agli altri la vicinanza concreta del Signore, ma non solo con le parole, anche con la vicinanza concreta, che diventa attenzione, sostegno e partecipazione”. 

E sul tema del convegno dei docenti di teologia, ha spiegato: “Davanti e parole e le provocazioni intelligenti e forti di papa Francesco sentiamo l’esigenza di rileggere il nostro modo di pensare di insegnare e di testimoniare, mi auguro che il Signore ci cambi attraverso Papa Francesco e attraverso tutti quanti gli eventi della storia”.     

L’iniziativa – promossa da Centro Pastorale e Istituto Toniolo in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Religiose e la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale e ospitata dal campus piacentino dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (via Emilia Parmense, 84) – avrà per tema “Oltre la secolarizzazione dei saperi”. L’argomento farà da filo conduttore alle quattro giornate di studio e di dibattito, ma anche di fraternità, che si chiuderanno con la tavola rotonda conclusiva con monsignor Galantino e il teologo Pierangelo Sequeri, intitolata: “Quale teologia per una Chiesa in uscita alla luce dell’Evangelii gaudium?”.

“Il seminario nel suo insieme e in particolare la tavola rotonda conclusiva – afferma monsignor Claudio Giuliodori, promotore dell’iniziativa –, costituiscono una preziosa occasione per riflettere su quanto Papa Francesco sta dicendo sia nei documenti sia nei diversi interventi. Come quello di recente indirizzato alla Facoltà Teologica di Buenos Aires, circa la necessità di sostenere il rinnovamento della Chiesa e il rilancio della sua missione con una teologia che sia, da una parte, in grado di riconoscere e far comprendere l’azione di Dio in mezzo al suo popolo, dall’altra, di mettersi in dialogo con tutte le diverse espressioni sociali, culturali e scientifiche del nostro tempo.”

“L’università, in generale, e le università cattoliche, in particolare, devono farsi carico di questo compito – prosegue l’assistente ecclesiastico generale dell’Ateneo – per dare risposte in grado di accompagnare e sostenere i processi avviati per porre la Chiesa in uno stato di dialogo aperto verso tutti e di missione permanente. Il Seminario costituisce pertanto un’occasione qualificata per riflettere su aspetti fondamentali del servizio formativo, educativo e pastorale a cui è chiamato l’Ateneo dei cattolici italiani”.

Il Vescovo di Piacenza-Bobbio, mons. Gianni Ambrosio, ha presentato al Segretario Generale della CEI (Conferenza Episcopale Italiana), mons. Nunzio Galantino, la domanda per un aiuto straordinario alle popolazioni piacentine colpite dal violentissimo recente nubifragio.
Il Segretario Generale della CEI, che si trova a Piacenza per un incontro con i docenti di teologia dell’Università Cattolica, ha assicurato il suo personale interessamento per venire incontro alle popolazioni vittime del nubifragio.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.