Giornate del patrimonio, le iniziative dei musei 

Fine settimana ricco di eventi culturali a Piacenza, in occasione della 32° edizione delle Giornate europee del Patrimonio cui la Rete dei Musei cittadini ha aderito con un intenso programma, nel cui ambito rientrano anche i già annunciati appuntamenti riguardanti la Cattedrale.

Più informazioni su

Giornate europee del Patrimonio, tante le iniziative della Rete dei Musei piacentini
 
Fine settimana ricco di eventi culturali a Piacenza, in occasione della 32° edizione delle Giornate europee del Patrimonio cui la Rete dei Musei cittadini ha aderito con un intenso programma, nel cui ambito rientrano anche i già annunciati appuntamenti riguardanti la Cattedrale.
Ingresso gratuito ai Musei Civici di Palazzo Farnese, sabato 19, con apertura dalle 10 alle 13, dalle 15 alle 19 e, in via eccezionale, dalle 21 alle 23. Per chi desidera donare un contributo da destinare alla ricostruzione nelle zone colpite dall’alluvione, sarà allestita un’apposita urna per le offerte. Alle 16.30, laboratorio ludico-creativo per i bambini dai 3 agli 8 anni, con accesso libero e gratuito sino a esaurimento dei posti disponibili, nell’ambito del progetto Exponiamoci che coinvolge gli studenti dell’Università Cattolica. Alle 17, in Cappella Ducale, in collaborazione con Unicredit Art Collection verrà presentata, con l’intervento dell’autore, l’installazione “Chinese Theatre” dell’artista Patrick Tuttofuoco.

Domenica 20, alle 18, torna invece l’appuntamento con “Un’opera al mese”, aperto ai possessori del biglietto d’ingresso (6 euro): lo scrittore Nereo Trabacchi illustrerà ai presenti il servizio etrusco da vino custodito nei Musei civici, in un incontro cui seguirà l’aperitivo nei loggiati della Cittadella.

Alla biblioteca Passerini Landi, sabato 19, visite guidate gratuite alla mostra “Semi di carta: cultura agraria a Piacenza tra Otto e Novecento”, con ritrovo alle 11 e alle 17 all’ingresso in via Carducci. In serata, apertura straordinaria dalle 21 con un evento dedicato alla figura di Giuseppe Verdi, introdotto da una selezione di musiche del compositore di Busseto eseguite dal Conservatorio Nicolini, con brani dalle arie di “Traviata” e “Rigoletto”, sulle note di Leonardo Zoncati al clarinetto e Keiko Yazawa al pianoforte. Daniela Morsia e Ilaria Dioli, accompagnate dalle letture di Giuseppe Gambazza, approndiranno poi il ritratto di Verdi agricoltore e gastronomo.

Ingresso gratuito, sabato 19 settembre, anche al Museo di Storia Naturale, aperto dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, così come alla Galleria Ricci Oddi, che osserverà gli stessi orari. La pinacoteca, inoltre, ospiterà la tappa conclusiva del percorso guidato “Food and the City”, che dopo un itinerario nel centro storico (partenza alle 10.30 da piazza Cavalli) approderà, alle 11.30, in via San Siro, per una visita guidata alla collezione di dipinti con piccola degustazione di caffè a cura della Torrefazione Musetti. Anche l’iniziativa pomeridiana di “Food and the City” – con ritrovo alle 16.30 presso l’Urban Center – culminerà alla Galleria Ricci Oddi, con visita guidata alle opere d’arte, seguita da degustazione di vini e salumi piacentini offerta dal Consorzio di Tutela dei Vini Doc dei Colli Piacentini e dal Consorzio dei Salumi Dop Piacentini. Parte del ricavato delle offerte ricevute dai partecipanti a “Food and the City” sarà devoluta a sostegno dei territori alluvionati.

La collezione museale di via San Siro sarà animata da due appuntamenti anche domenica 20 settembre, quando alle 10.30, presso la sala conferenze Sidoli, il professor Ivo Iori terrà una conferenza sul tema “L’arte dello sperimentare in Osvaldo Bot”, mentre alle 16.30 saranno protagonisti i bambini dai 3 agli 8 anni cui si rivolge il laboratorio ludico-creativo condotto dagli studenti dell’Università Cattolica nell’ambito del progetto Exponiamoci (accesso gratuito, sino a esaurimento posti).

Ingresso ridotto a 3,50 euro, alla Galleria e al Collegio Alberoni per le visite ordinarie e le iniziative speciali, in occasione delle Giornate del Patrimonio. Sabato 19, alle 15.30 e alle 17.30, si terranno le consuete visite guidate della durata di un’ora ciascuna, alla scoperta del patrimonio artistico e scientifico che include l’Ecce Homo di Antonello da Messina e la terrazza del più antico osservatorio astronomico del complesso di San Lazzaro. Alle 16.30, visita guidata dedicata al tema “I sapori della tavola del Collegio Alberoni e i menù del Cardinale”, con letture a cura di Romano Gromi e riflettori accesi sugli antichi usi e le tradizioni della tavola del Collegio tra Sette e Ottocento, per concludere con piccoli assaggi di mostaccioli e cioccolata calda.

Domenica 20, dalle 15.30 alle 17.30, visite libere alla sola Galleria Alberoni, mentre alle 16 è in programma la visita guidata sul tema “L’albero e la stella. Tutti gli stemmi del Cardinale”, con presentazione del restauro del dipinto del XVIII secolo raffigurante lo stemma di Giulio Alberoni, a cura della restauratrice Francesca De Vita. Seguirà, a cura di Elena Gobbi e degli allievi dell’Accademia della Musica di Piacenza, l’esecuzione di musiche tra Seicento e Settecento. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.