Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cooperazione

Il 20 ottobre parte il nuovo sportello sociale per gli stranieri di “Mondo Aperto” foto

Presentazione del nuovo sportello sociale gestito dalla cooperativa sociale Mondo Aperto in prefettura a Piacenza. Il prefetto Anna Palombi ha chiarito l'esigenza crescente di azioni di integrazione per gli stranieri che giungono sul territorio e per il loro inserimento sociale

Più informazioni su

Un nuovo sportello sociale per offrire tante risposte agli stranieri che arrivano sul nostro territorio, dall’orientamento scolastico, al supporto sociale ed economico, fino al disbrigo delle pratiche burocratiche. Sarà gestito dalla Cooperativa sociale “Mondo Aperto”, grazie al contributo concreto di Coop Nord Est e al sostegno di Legacoop Emilia Ovest. La presentazione dei servizi, che diventeranno operativi dal 20 ottobre prossimo nella sede di via Taverna, si è tenuta in Prefettura a Piacenza.

Il prefetto Anna Palombi ha messo in evidenza l’esigenza crescente di azioni di integrazione per gli stranieri che giungono sul territorio e per il loro inserimento sociale, sottolineando che “l”attività di supporto è importante anche per evitare chiusure mentali e la sfiducia che il fenomeno migratorio crea sul territorio”. “Questo progetto realizzato da Mondo Aperto con la la collaborazione della prefettura – ha aggiunto –  può dare un contributo importante all’integrazione.”

Il vicepresidente di Legacoop Emilia Ovest, Maurizio Molinelli, ha evidenziato la semplicità e la concretezza del progetto: “Si rivolge a una fascia di persone ben precisa, che spesso si trovano in una condizione di fragilità” spiega. “La coop Mondo Aperto opera da anni con cittadini stranieri e ha maturato un’esperienza importante nel campo dell’integrazione, un ringraziamento va a Coop Nord-est, che ha dimostrato la sensibilità di sostenere economicamente il progetto e di farlo decollare in tempi rapidi.”

Giovanna Buzzoni di Coop Nordest ha manifestato la sua soddisfazione: “La prefettura ha colto lo spirito del progetto, che come tante delle azioni sul territorio di Coop Nordest si propone di supportare la cittadinanza attiva. Con i soggetti del territorio vogliamo perseguire alleanze e costruire reti in particolare con il mondo del volontariato e della cooperazione sociale, per rafforzare il senso di comunità e la coesione. Auspico che sui nostri territori possano crescere nuove reti e alleanze.”

Emanuela Perini di Mondo Aperto ha presentato i servizi dello sportello sociale di via Taverna, che sarà aperto aperto ogni martedì e giovedì dalle 15 alle 18, apartire dal 20 ottobre. “L’iniziativa è nata dalle richieste degli utenti incontrati durante i corsi di italiano tenuti dalla cooperativa: grazie ad un software fornito dalla cooperativa Gedinfo sarà possibile ottenere una traduzione in tempo reale, al servizio delgli stranieri e delle loro necessità”. 

LA SCHEDA DEL PROGETTO

La Cooperativa Sociale Mondo Aperto Onlus attiva sul territorio locale dal 2009 e operante nel settore dell’istruzione soprattutto a favore dei minori e adulti stranieri (formazione docenti, corsi italiano L2, accoglienza profughi…) considerate le esigenze e le richieste sia del territorio che dei cittadini stessi, prevede l’attivazione di uno sportello sociale che possa supportare le realtà già attive sia pubbliche che private che già operano nei confronti della cittadinanza straniera e che spesso data la crescita incessante del fenomeno migratorio e del carico assistenziale che ne consegue (aumento degli stranieri di lunga permanenza e crescita di arrivi di nuovi migranti) necessitano di servizi di appoggio che possano intercettare le nuove aspettative e i nuovi bisogni dei migranti.

Lo sportello sarà allestito presso gli spazi della Cooperativa Sociale Mondo Aperto Onlus in Via Taverna 44/46 Piacenza.

Lo sportello prevede l’allestimento di una postazione dotata di apparecchiature informatiche di ausilio all’operatore che prevedono la traduzione simultanea (sia orale che scritta) delle lingue madri dei cittadini che richiedono uno specifico servizio.

Questo servizio permetterà non solo all’operatore di poter comunicare e approcciare il cittadino rendendo il servizio più qualitativo ma il cittadino stesso, fruitore del servizio soprattutto se neo arrivato, potrà affrontare con più tranquillità i primi momenti d’inserimento nel nuovo Paese.

I servizi:

-Servizi di orientamento scolastico e post scolastico (iscrizioni, accoglienza alunni neo-arrivati, mediazione linguistica, corsi italiano L2 per minori e adulti, esami e certificazioni, doposcuola e servizi estivi);
– Servizi di orientamento al mondo cooperativo (le tipologie cooperative, i consorzi cooperativi sul territorio locale, costituire una cooperativa);
– Supporto al disagio economico –sociale (materiale scolastico e generi di prima necessità)
– Disbrigo pratiche e documentazioni obbligatorie.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.