Quantcast

Il parco della Cavallerizza ospita il Bleech Festival

L’associazione culturale Propaganda 1984, in collaborazione con il Comune di Piacenza, presenta “Bleech Festival”. Tre giorni per respirare aria nuova nel verde di un parco urbano. Tre giorni a cuore aperto, con 15 band da tutta Italia, proiezioni di cortometraggi, selezione di street food, mercatino di autoproduzioni e molto altro. 

Più informazioni su

L’associazione culturale Propaganda 1984, in collaborazione con il Comune di Piacenza, presenta “Bleech Festival”. Tre giorni per respirare aria nuova nel verde di un parco urbano. Tre giorni a cuore aperto, con 15 band da tutta Italia, proiezioni di cortometraggi, selezione di street food, mercatino di autoproduzioni e molto altro.

Tre giorni dietro l’angolo, in pieno centro storico, per la prima volta nel Parco della Cavallerizza. Tre giorni, venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 settembre, in concomitanza con un altro grande evento culturale Headliner del festival saranno i torinesi Drink To Me, affiancati dal duo Niagara. Ad essi si affiancano alcuni tra i più promettenti nomi del panorama alternativo italiano: HAVAH, Capra (già membro dei Gazebo Penguins), Felpa (ex-Offlaga Disco Pax), Any Other, Pueblo People, OMAKE, Warias, Rami, Cabrera, Nobody Cried For Dinosaurs, My Invisible Friend, Houdini. Bleech Festival non è solo musica: saranno infatti presenti 40 espositori di artigianato indipendente, in collaborazione con A/MANO MARKET, oltre che open class di danza marchiate LA STANZA DI DANZA e proiezioni di cortometraggi firmate CONCORTO FILM FESTIVAL.

I dettagli, gli orari e le adesioni si trovano sul nostro sito web. L’evento, aperto a tutta la città, offre dalle 18 stand gastronomici con 6 proposte di street food, che spaziano dalle specialità italiane di Eataly e La Polpetteria, alle suggestione vegane a km 0 di Naturone.

Per info & approfondimenti: http://www.bleechfestival.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.