Quantcast

Il “Pettorelli” al “#Fencingmob15”. Nel week end festa della scherma a Piacenza foto

Domenica il sodalizio cittadino si è esibito in centro storico partecipando per il secondo anno al flash mob mondiale organizzato dalla Federazione italiana scherma. I numeri globali: 181 città, 38 nazioni e cinque continenti

Più informazioni su

Partecipazione, fantasia, creatività e location mozzafiato che hanno fatto andare a braccetto uno sport nobile come la scherma e varie bellezze artistiche e architettoniche della propria città. Anche quest’anno, come dodici mesi fa, il Circolo della scherma “Pettorelli” di Piacenza ha contribuito al successo del “#Fencingmob15”, flash mob mondiale promosso dalla Federazione italiana scherma e giunto alla seconda edizione. L’iniziativa, nata nel 2014, si propone di coinvolgere, stupire e promuovere la disciplina in un modo nuovo.

I NUMERI – Quest’anno, il #Fencingmob ha coinvolto complessivamente 181 città (61 in più rispetto alle 120 del 2014) in rappresentanza di 38 nazioni (sette in più) di tutti e cinque i continenti. Oltre all’Italia, a ospitare l’iniziativa sono stati l’Australia (Oceania), Hong Kong, Taiwan (Asia), Israele e Libano (Medio Oriente), Tunisia e Costa d’Avorio (Africa), Canada, Stati Uniti, Puerto Rico, Brasile, Messico, Cile, Costarica, Argentina, El Salvador, Ecuador e Perù (America), Francia, Ucraina, Germania, Regno Unito, Svezia, Lituania, Ungheria, Croazia, Danimarca, Lussemburgo, Islanda, Slovenia, Polonia, Belgio, Olanda, Austria, Turchia e Grecia, oltre ovviamente all’Italia.

Nella nostra nazione, il flash mob schermistico ha toccato 91 città, oltre a far tappa a Expo. Un successo notevole, con il record di partecipanti a Budapest (Ungheria) – oltre 400 – e a tutte le latitudini, da Reykjavik (Islanda) a Ushuaia (Argentina).

Diversi anche i campioni coinvolti, da Valentina Vezzali a Senigallia ad Andrea Cassarà a Brescia; trasferta a Boston, invece, per Andrea Baldini, senza dimenticare la partecipazione di diversi campioni esteri. Inoltre, il successo del #Fencingmob15 è stato testimoniato dai numeri fatti registrare sui social network: 500mila contatti sulla fan page Facebook della Federazione italiana scherma, 190mila contatti sul profilo Twitter e 320mila “mi piace” su Instagram.

IL CONTRIBUTO PIACENTINO – Anche quest’anno il Circolo “Pettorelli” ha accettato l’invito globale della Federscherma, dando il proprio contributo al successo dell’evento e vivacizzando ulteriormente la già ricca domenica piacentina. Più di venti atleti del circolo hanno risposto al “richiamo” globale, indossando tuta e maschera e impugnando la spada. Partiti da Palazzo Farnese, gli schermidori del “Pettorelli” hanno poi visitato i palazzi Scotti di Sarmato, Costa e Case Selvatico, oltre alla Galleria Ricci Oddi e a piazza Cavalli, “cuore” della città”. Il tutto davanti a macchine fotografiche e telecamere per il necessario contributo multimediale alla riuscita dell’evento.

FESTA DELLA SCHERMA – Per il “Pettorelli”, che quest’anno festeggia il 60esimo anniversario di fondazione, non c’è tempo per respirare, perché sabato 12 e domenica 13 a Piacenza si svolgerà la festa nazionale della scherma, con Piacenza che ospiterà – nella cornice di Palazzo Gotico – le finali della Coppa Italia a squadre delle tre armi (spada, sciabola e fioretto) maschili e femminili, oltre ad altri vari momenti previsti dal programma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.