PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manicomics, si presenta la scuola di arti teatrali e circo

Anche quest’anno le proposte di Manicomics, nell’ambito della formazione teatrale e del circo, sono ampie e rivolte verso una utenza eterogenea.

Più informazioni su

La scuola di Arti Teatrali e Circo di Manicomics si presenta sabato 3 ottobre 2015 in via Scalabrini 19 (Piacenza) alle ore 21

Anche quest’anno le proposte di Manicomics, nell’ambito della formazione teatrale e del circo, sono ampie e rivolte verso una utenza eterogenea. Il programma didattico 2015/2016 è articolato nei corsi rivolti a infanzia, bambini, adolescenti e preadolescenti e adulti. La presentazione dell’anno scolastico sarà fatta, dai docenti stessi, sabato 3 ottobre alle ore 21.00 presso la sede della Scuola, in via Scalabrini 19. Tutti sono invitati ad ascoltare le proposte. I Manicomics restano fedeli ad un linguaggio teatrale particolarmente legato al movimento e all’azione. Un teatro di sperimentazione e comico, di narrazione e per ragazzi, di animazioni e di interventi speciali, un teatro di poesia e di critica. La linea guida però rimane sempre un teatro coinvolgente e di impatto in cui lo spettatore non sia solo spettatore ma spesso si senta parte integrante dell’evento performativo.

E questa poetica, naturalmente, viene trasposta nella offerta formativa e pedagogica del gruppo attraverso la Scuola di Arti Teatrali e Circo denominata “Teatro Officina M” e coordinata anche quest’anno da Allegra Spernanzoni, Mauro Mozzani e Rolando Tarquini. I tre coordinatori, gli altri Manicomics e una serie di affidati, e da lungo tempo presenti, collaboratori esterni formano il corpo docente che gestisce i corsi dell’anno a venire. Ricordiamo che Mozzani, Spernanzoni e Tarquini dividono le loro presenze a Piacenza, nella Scuola di Teatro e nelle attività di Manicomics, con gli spettacoli della Compagnia Finzi Pasca e del Cirque du Soleil in giro per il mondo: attualmente Mozzani è in Messico per la serie di spettacoli di Corteo del Cirque du Soleil mentre Spernanzoni e Tarquini sono a Minsk, in Bielorussia, con lo spettacolo “La verita” della Compagnai Finzi Pasca.

Ma cosa si insegna per diventare attori? Un percorso base viene proposto ogni anno, che subisce naturalmente differenze in funzione dell’età e della esperienza ma che permette agli allievi di riconoscersi anche a distanza di anni: dallo studio del movimento e delle dinamiche corporee come le articolazioni, il punto fisso, la scomposizione del movimento, la camminata, si passa ad affrontare tematiche come il ritmo, il tempo e il contrattempo, lo spazio e la relazioni con gli altri. Ma tante ancora sono le “materie” affrontate: la fiducia, gli elementi e i materiali, il lavoro con la maschera, l’improvvisazione e la voce, la scrittura. Unitamente a queste materie si affrontano grandi aree tematiche come il clown, la tragedia, la poesia e ancora il teatro sociale e la competenza comunicativa. Tale proposta è articolata e suggerita da Manicomics a tutti colori che per una volta vogliono provare a uscire dalla quotidianità per addentrarsi nel mondo dell’extra-quotidiano teatrale, per scoprire un poco di più delle risorse che il nostro corpo e la nostra mente ci mettono a disposizione e di cui usiamo solo una piccola parte. Tale percorso è adatto ai bambini, agli adulti che vogliono iniziare o approfondire la propria formazione teatrale, agli insegnanti e esperti di comunicazione, a studenti di scienze sociali e umanistiche.

Anche quest’anno i Manicomics si cimentano con un tema-guida. Dopo il tema del “Cibo” scelto lo scorso anno per aderire alle proposte di EXPO, quest’anno il tema scelto è “Uomo e natura”. Ci racconta perché Rolando Tarquini: .

Come sempre i percorsi della scuola iniziano a ottobre e terminano a giugno presentando, nel Festival SPAM, i lavori e i saggi prodotti dai singoli corsi. Il calendario della scuola, già pronto, prevede che ogni percorso abbia una lezione settimanale di circa tre ore e possa accedere a una serie si stage formativi organizzati separatamente dal percorso ufficiale ed aperti anche agli esterni alla scuola.

Ma vediamo in dettaglio le proposte. Anche quest’anno viene riproposto il corso per l’infanzia, dai 3 ai 7 anni e si terrà nella giornata di sabato dalle ore 10.00 alle ore 11.30. Il corso rivolto ai bambini dai 7 ai 10 anni si terrà invece nella giornata di martedì dalle ore 17.00 alle 19.00 mentre la proposta per i preadolescenti, dagli 11 ai 13 anni, viene fatta per il sabato o domenica mattina (ancora in fase di definizione). Sia i percorsi rivolti ai bambini che ai preadolescenti prevedono, oltre ad un avvicinamento al teatro, anche una propedeutica al nuovo circo. Gli adolescenti e i giovani dai 14 anni in su saranno invece i veri protagonisti del corso di teatro di movimento e circo e si incontreranno nella giornata di mercoledì dalle ore 17.30 alle ore 20.00.

Passiamo invece alle proposte per gli adulti, rivolte sia a chi inizia sia a chi vuole approfondire le tematiche sopra esposte. Il corso del 1° anno rivolto agli adulti prende anche quest’anno il nome di 1° Anno/Movimento e si terrà il lunedì dalle ore 20.00 alle ore 23.00. Questo percorso è aperto a giovani e adulti dai 18 anni in su. Per chi invece è interessato ad approfondire le tematiche della creazione teatrale potrà unirsi, previo colloquio, al gruppo del 2° Anno/Creazione che si incontrerà il giovedi dalle ore 20 alle ore 23.00.

I docenti dei percorsi, come già accennato, saranno i Manicomics e i loro stretti collaboratori per quello che riguarda i corsi istituzionali e precisamente, in ordine alfabetico: Sara Balzarelli, Agostino Bossi, Mauro Caminati, Alberto Fontanella, Matteo Ghisalberti, Mauro Mozzani, Samantha Oldani, Fabio Piazzi, Paolo Pisi, Graziella Rimondi, Maria Spelta, Giovanni Spelta, Allegra Spernanzoni, Clizia Tanoni, Maria Cristina Tarquini, Rolando Tarquini.

Si aggiunge a questo nutrito gruppo di percorsi e docenti il percorso della Officina M, gruppo di sperimentazione e approfondimento della TOM, che svolge caso a sé. Officina M, composto da attori e attrici non professionisti che seguono Manicomics da lungo tempo, lavorerà quest’anno verso alcune direzioni decise e precisamente: attivazione corporea di gruppo e individuale, lavoro corale e scrittura creativa, improvvisazione, rielaborazione del testo collettivo, ricerca individuale e di gruppo. Tutto questo approfondendo un lavoro creativo sul tema di “Romeo e Giulietta”. Il gruppo Officina M sarà coordinato quest’anno da: Matteo Ghisalberti, Fabio Piazzi, Graziella Rimondi e Maria Cristina Tarquini.

Vale la pena citare anche il “Progetto Stage” ovvero una serie di proposte formative nell’ambito del teatro che verranno offerte agli allievi e agli esterni alla scuola e quindi aperte a tutti. Il programma e i docenti sono ancora in fase di definizione ma le tematiche di lavoro saranno le seguenti: il clown, il monologo, la voce parlata, il carattere e lo sguardo, la performance, alcune tecniche di nuovo-circo. Il progetto Stage è curato, quest’anno, da Officina M.

Se si fosse impossibilitati a venire all’incontro di sabato 3 ottobre si può in ogni caso sentire, per qualsiasi informazione, i seguenti numeri: Maria Cristina Tarquini 339 2908344 (ore pomeridiane) o Matteo Ghisalberti 380 3061872. Oppure mandare una email a info@manicomics.it. Si può altresì trovare informazioni sul sito www.manicomics.it e su facebook https://www.facebook.com/manicomics.teatro

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.