Quantcast

Occupazioni di suolo pubblico con dehors, in arrivo controlli a tappeto

Nei prossimi giorni, con il coordinamento del Corpo di Polizia Municipale, saranno avviati controlli sul territorio finalizzati ad accertare il regolare utilizzo di spazi

Più informazioni su

L’assessore alla Gestione delle Risorse ed Equità Luigi Gazzola comunica che, nell’ambito di un programma volto alla tutela della sicurezza stradale e del decoro del patrimonio pubblico e in considerazione dei numerosi eventi e manifestazioni che stanno interessando la città, nei prossimi giorni, con il coordinamento del Corpo di Polizia Municipale, saranno avviati controlli sul territorio finalizzati ad accertare il regolare utilizzo di spazi e aree pubbliche da parte dei concessionari di dehors e altri arredi.

“Come noto – dichiara l’assessore Gazzola -, l’occupazione di suolo pubblico con dehors o altri manufatti deve essere regolarmente autorizzata dal Comune, ente proprietario della strada. Pertanto, al fine di evitare di incorrere in sanzioni per eventuali irregolarità o abusi, è bene che gli interessati verifichino innanzitutto di essere in possesso della regolare concessione all’occupazione di suolo pubblico rilasciata dal Comune e che la stessa non risulti scaduta.

Invito inoltre i titolari della licenza di attività commerciale in atto a verificare la corrispondenza tra l’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico e quanto disposto nella concessione stessa, ponendo particolare attenzione alle condizioni e ai divieti espressi per ciò che attiene, ad esempio, la superficie e le dimensioni dell’area autorizzate, l’occupazione del marciapiede,  le distanze dai passi carrabili contigui o ancora, nel caso dei dehors, l’ingombro e l’idoneità dei relativi segnali, l’impatto visivo, gli arredi e l’inserimento di eventuali scritte pubblicitarie.

Prosegue Gazzola: “Nel caso in cui il titolo di occupazione fosse scaduto, è necessario liberare il suolo pubblico, mentre qualora si ritenga di chiedere una nuova concessione di suolo pubblico, occorrerà presentare l’apposita domanda e la relativa documentazione. Sul sito internet del Comune di Piacenza www.comune.piacenza.it, nella sezione “Moduli”, sono riportati tutti i formulari di domanda di occupazione di suolo pubblico, esplicativi della documentazione tecnica obbligatoria da allegare”.

L’assessore sottolinea inoltre che “nel caso venga rilevata un’occupazione di suolo pubblico effettuata per fini di commercio su strade urbane e loro pertinenze, priva di concessione comunale o difforme alle disposizioni contenute nell’atto di concessione, la Polizia Municipale procederà all’accertamento della violazione ai sensi dell’art. 20 del Codice della Strada applicando le relative sanzioni amministrative pecuniarie e intimando al trasgressore di ripristinare immediatamente lo stato dei luoghi e la chiusura dell’esercizio per non meno di cinque giorni e comunque fino al pieno adempimento dell’ordine di ripristino e del pagamento delle spese o della presentazione di idonea garanzia. In caso di inerzia, il Comune farà ripristinare l’area pubblica a spese dell’interessato”.

“Invito – conclude l’assessore Gazzola – le associazioni di categoria a svolgere opera di sensibilizzazione nei confronti dei propri iscritti, nonché gli Ordini professionali a rammentare ai propri iscritti che la progettazione e la realizzazione degli allestimenti, ovunque sul territorio, è assoggettata alle previsioni del Rue  in salvaguardia”.

Per ogni necessaria informazione è possibile rivolgersi al Servizio Entrate – Ufficio Cosap (telefono 0523 492145 – 492278 – 492779), in viale Beverora 57, al primo piano, nei giorni di apertura al pubblico, ovvero lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 13, lunedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.