“Pagliacci”, la lirica arriva in piazza S. Antonino FOTOSERVIZIO foto

A proporre la rappresentazione, seconda edizione di Lotto le stelle-Ceirica sna con Opera, sono stati gli Amici della Lirica. Tanta gente in piazza ha potuto assistere alla messa in scena dell'opera gustando la cena proposta dal ristorante Taverna Inn

Più informazioni su

Piazza S.Antonino diventa un teatro a cielo aperto. E’ successo sabato sera, quando la suggestiva cornice cittadina ha ospitato “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, melodramma in due atti su libretto del compositore stesso, che venne rappresentato per la prima volta al Teatro Dal Verme a Milano, il 21 maggio 1892.

A proporre la rappresentazione, seconda edizione di Lotto le stelle-Ceirica sna con Opera, sono stati gli Amici della Lirica. Tanta gente in piazza ha potuto assistere alla messa in scena dell’opera gustando la cena proposta dal ristorante Taverna Inn.

Il tenore Diego Cavazzin ha vestito i panni di Canio, il soprano Manami Hama quelli di Nedda, il baritono Andrea Zese quelli di Tonio, il baritono Alfonso Marzano quelli di Silvio, il tenore Takanobu Sugimoto quelli di Beppe ed infine Ermanno Iore e Alessandro Medegoni quelli di due contadini.

In scena anche il Coro Polifonico della Città di Chiari, l’ensemble musicale diretto dal M° Gianfranco Iuzzolino, Maestro collaboratore Edoardo Iuzzolino; le sequenze ginniche a cura di Claudia Zinzalini sono state eseguite dal Gruppo Ginnico Casalpusterlengo; Regia, allestimento e costumi di Alessandro Bertolotti, Direttore Artistico dell’Associazione Amici della Lirica di Piacenza, Luci a cura di Luciano Pellicelli.

Pagliacci, manifesto del Verismo, caratterizzato da un linguaggio attuale e da un approccio popolare, si ispira a un fatto realmente accaduto a Montalto Uffugo, in Calabria, di cui si occupò proprio il padre di Ruggero Leoncavallo, istruendo il processo che portò alla condanna l’uxoricida.

Il titolo, originariamente Pagliaccio, venne cambiato in Pagliacci per puntiglio del baritono Victor Maurel che voleva fosse contemplata in maniera evidente la sua parte nell’opera; fu ed è ancor oggi uno dei melodrammi più eseguiti al mondo.

Piacenza ha visto, fra i protagonisti di Pagliacci che hanno calcano il palcoscenico del Teatro Municipale, il grande tenore Mario Del Monaco, e ricorda con orgoglio la rappresentazione del 13 novembre 1974, nella quale il cast fu composto di cantanti nostri concittadini: Flaviano Labò, Gabriella Mazza, Carlo Torregiani e Franco Piva, diretti dal M° Glauco Cataldo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.