Quantcast

Quarant’anni di scoutismo a Fiorenzuola, grande festa al parco Lucca foto

I cento ragazzi che fanno parte del Gruppo hanno festeggiato questo importante traguardo, insieme ad ex Scout,  genitori, amici e parenti

Più informazioni su

Gli anni passano e i ricordi restano. Erano in tanti che nella serata di venerdì 11 settembre, hanno rivissuto le emozioni dei 40anni di scoutismo fiorenzuolano.

Il 1975 è infatti l’anno della rifondazione del gruppo dopo lo scioglimento avvenuto durante il periodo fascista. Quarant’anni in cui il gruppo Fiorenzuola 1 è cresciuto, ampliando i propri orizzonti: non raccoglie solo Scout del capoluogo della Valdarda, ma anche giovani di Alseno e Salsomaggiore. Al parco Lucca i cento ragazzi del Gruppo hanno festeggiato insieme ad ex Scout, genitori, amici e parenti.

Un tour itinerante ha permesso a circa trecento persone di essere protagonisti di giochi, bans e attività scout. Chi si metteva nei panni del proprio figlio, scoprendo ciò che vivono i ragazzi durante il proprio cammino; chi, con il fazzolettone al collo, seppur non lo indossasse da parecchi anni, riavvolgeva il nastro dei ricordi.

Come detto, il Gruppo di Fiorenzuola negli ultimi anni è cresciuto maggiormente. Che cos’è cambiato? Risponde il Capo Clan Alberto Raucci: «E’ cambiato con i ragazzi, le abitudini degli Scout di 40anni fa non sono quelle dei giovani di oggi, ma sicuramente lo spirito di volontà, di vivere in mezzo alla natura, di mettersi al servizio degli altri non è cambiato».

Il momento più importante e commovente è stato il rinnovo della Promessa Scout iniziato con il canto Strade di Coraggio, colonna sonora della Route Nazionale 2014. «Siamo qui a ripromettere sui valori che la legge Scout ci impone – ha detto don Alessandro Mazzoni, Assistente Ecclesiastico del Gruppo (con lui il Parroco Mons. Gianni Vincini e l’ex Assistente Ecclesiastico don Marco Guarnieri)-. Dobbiamo promettere ancora una volta di sperare, di credere in un futuro migliore e questo lo potremmo avere grazie a voi». Alle parole del sacerdote è seguita la lettura della legge Scout. Infine è stata rinnovata la Promessa.

Poi il taglio delle torte decorate con i distintivi delle Branche.  Le prime candeline sono state spente da coloro che sin dal 1975 facevano parte del Gruppo, a seguire tutte le altre generazioni fino ad arrivare agi ultimi arrivati.

Sono state le note delle canzoni associative, suonate dalla Scout Jam Band a chiudere in bellezza i festeggiamenti, facendo così riscaldare i giovani che si sono lanciati in balli e danze fino a tarda serata.

L’evento è stato reso possibile grazie all’Amministrazione Comunale, alle Pro Loco di Baselica e di Fiorenzuola, ma soprattutto grazie ai ragazzi che con impegno hanno partecipato sia nell’organizzazione che nell’allestimento, ai genitori e a tutti gli intervenuti.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.