Quantcast

Quattro frazioni isolate in Val D’Aveto, tutti gli aggiornamenti sulla viabilità  foto

Ecco il quadro aggiornato fornito dalla Provincia di Piacenza della situazione sulle strade. Ancora isolate quattro frazioni in Val D'Aveto. 

AGGIORNAMENTO ORE 19 – Ecco gli ultimi aggiornamenti sulla viabilità: STRADA PROVINCIALE N. 62 DI OREZZOLI (Comune di Ottone) Danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 9+750. Chiusura al km 5+000 con riapertura presunta al traffico entro fine settimana. STRADA PROVINCIALE N. 52 DI CARISETO (Comune di Ottone e Cerignale) Danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 22+120. Chiusura di tutta la provinciale con riapertura presunta al traffico in tarda giornata del 16 settembre 2015. 

STRADA PROVINCIALE N. 654R DI VAL NURE (Comune di San Giorgio, Ponte dell’Olio, Bettola, Farini e Ferriere) Danni dalla Località Ponte del ‘Olio (km 18+000) fino al confine provinciale (km 69+600) per un totale complessivo di 51+900 km. Chiusura per 300,00 m circa, a causa di distruzione strada, in Loc. Recesio – km 27+300 (Comune di Bettola), riapertura al traffico non stimabile ad oggi, presenza di una strada alternativa (vecchia strada provinciale, ora comunale). Chiusura a causa di distruzione ponte in Loc. Fol i al km 54+350 (Comune di Ferriere), riapertura al traffico non stimabile ad oggi, presenza di una strada alternativa praticabile solo da mezzi leggeri. Alta Val Nure difficilmente raggiungibile. Ponte in Loc. Ponte del ‘Olio (km 18+500) senso unico alternato, riapertura al traffico non stimabile ad oggi.

STRADA PROVINCIALE N. 586R DI VAL D’AVETO (Comune di Corte Brugnatella e Ferriere) Danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 22+200. Chiusura dal km 12+000 al confine provinciale (km 22+200) per un totale di  km 10+200, riapertura al traffico non stimabile ad oggi. Alta Val d’Aveto isolata (frazioni del Comune di Ferriere).

STRADA PROVINCIALE N. 50 DEL MERCATELLO (Comune di Corte Brugnatel a e Ferriere)Danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 24+685 Senso unico alternato al km 0+300, riapertura completa al traffico non stimabile ad oggi. S

TRADA PROVINCIALE N. 21 DI VAL D’ARDA (Comune di Corte Lugagnano Val d’Arda, Vernasca e Morfasso) Modesti danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 18+535. Strada aperta al traffico. STRADA PROVINCIALE N. 15BIS DI MORFASSO (Comune di Morfasso) Modesti danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 17+990. Strada aperta al traffico. STRADA PROVINCIALE N. 71 DI COLLERINO (Comune di Morfasso) Modesti danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di 13+915. Strada aperta al traffico. STRADA PROVINCIALE N. 12 DI GENOVA (Comune di Alseno, Vernasca) Modesti danni su tutto il tratto della strada per l’intero sviluppo di km 16+970. Strada aperta al traffico

STRADA PROVINCIALE N. 587R DI CORTEMAGGIORE (Comune di Piacenza) Danni al km 1+000. Strada riaperta al traffico il 14 settembre 2015. STRADA PROVINCIALE N. 10R PADANA INFERIORE EST (Comune di Piacenza e Caorso) Danni al km 1+000. Strada riaperta al traffico il 15 settembre 2015.
Divieto di transito veicoli pesanti fra le progressive km 194+100 e 204+000 disposta con D.D. n. 1668 del 16/09/2015.

AGGIORNAMENTO ORE 17.30 – Proseguono nelle zone duramente colpite dall’alluvione i lavori dei tecnici del Consorzio di Bonifica di Piacenza che continuano a drenare abbondanti quantità di acqua e a portare via fango e detriti nella zona più critica di Roncaglia mediante l’utilizzo di pompe mobili in collaborazione con Protezione Civile, Esercito e gli altri operatori coinvolti nelle diverse fasi del complesso soccorso.

Un altro rilevante intervento si sta compiendo – proprio in queste ore – a salvaguardia e ripristino complessivo di un pozzo a Mezzano-Scotti che rifornisce abitualmente alcuni acquedotti rurali di un ampio comprensorio nel comune di Bobbio in Val Trebbia; in questo caso l’acqua, sopraggiungendo in modo violento, non ha prodotto gravi alterazioni alla falda protetta da un argine naturale anche se lo ha completamente sommerso raggiungendo al contempo la cabina elettrica di manovra.

Nonostante questo, il pozzo ha regolarmente funzionato e consentito l’approvvigionamento di alcuni centri abitati rurali sia nel comune di Bobbio che in quello di Travo.

Anche la qualità delle acque non ha subito alterazioni di sorta anche se la struttura ha adesso necessità di  lavori mirati di spurgo che saranno completati rapidamente. Sul fronte montano, dopo aver reso nuovamente transitabile la rete viaria San Gregorio-Cassimoreno – nel comprensorio di Ferriere-, si è proseguito ininterrottamente con l’attività di messa in sicurezza della strada Rigolo-Restano nel comune di Bettola e nel comune di Ottone, della strada Centenaro nel comune di Ferriere, e sulla Montelana tra Morfasso e lo stesso Farini e sulla Groppallo Pedesini Cento Pecore a Farini. ARTICOLO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

AGGIORNAMENTO 16 SETTEMBRE ORE 14.30 – In allegato a fondo pagina l’aggiornamento della viabilità sulle strade provinciali da parte della Provincia di Piacenza.

STRADA PADANA INFERIORE EST N. 10, CHIUSURA AL TRAFFICO PESANTE – La Provincia ha disposto, con ordinanza del competente Servizio Tecnico, l’istituzione del divieto di transito della STRADA PROVINCIALE N. 10R PADANA INFERIORE EST (fra le progressive km 194+100 e 204+000) per gli autoveicoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, con l’esclusione di quelli adibiti al trasporto di persone e di quelli diretti alle attività produttive e agli esercizi commerciali aventi sede nelle località Roncaglia (Comune di Piacenza) e Fossadello (Comune di Caorso), nonché dei mezzi di soccorso, di quelli delle Forze dell’ordine e dei veicoli necessari per le operazioni di agibilità stradale. Il divieto è in vigore dalle ore 12 di oggi 16 settembre fino alle 24 del 26 settembre.

Il tratto interessato  comprende  i centri abitati di Roncaglia, in Comune di Piacenza, e di Fossadello, in Comune di Caorso). L’ordinanza si è resa necessaria considerato che sono tuttora in corso le operazioni di rimozione dei detriti, delle macerie e dei rifiuti depositatisi in prossimità della carreggiata stradale a causa delle avversità meteorologiche di eccezionale intensità verificatesi il 13 e il 14 settembre 2015 e che tali operazioni richiedono l’utilizzo di autoveicoli speciali di notevoli dimensioni, le cui manovre, inevitabilmente, interferiscono con la circolazione veicolare, e in particolare con quella dei veicoli pesanti.

“Le caratteristiche dimensionali e geometriche della Strada Provinciale n. 10R “ Padana Inferiore”, nelle località interessate dalle attività di cui sopra – si legge nell’atto – non consentono di garantire, in condizioni di sicurezza, il transito contemporaneo di veicoli pesanti sull’arteria stessa e il concomitante svolgimento delle operazioni e delle manovre dei mezzi speciali utilizzati per la rimozione dei detriti.
 

MERCOLEDI’ 16 SETTEMBRE – Gli aggiornamenti di mercoledì 16 settembre sulla situazione delle strade di Piacenza e provincia dopo i danni causati dall’alluvione: ancora chiusa la strada provinciale 654 a Bettola e la strada provinciale della Val D’aveto, nel comune di Ferriere, al chilometro 12. Impossibile transitare sulla strada che da Ottone porta a Orezzoli e sulla provinciale che cvollega Cariseto a Cerignale. Resta critica la situazione di 4 frazioni in Val D’Aveto: Pomarolo, Cattaragna, Castagnola e San Gregorio restano isolate.

Procedono i lavori di ripulitura a Roncaglia, dove sono presenti vigili del fuoco, forze dell’ordine e protezione civile: la Provincia ha istituito il divieto di transito a Roncaglia per gli autoveicoli superiori a 3 tonnellate e mezzo dalle ore 12 alle ore 24, fino al prossimo 26 settembre.

LEGGI ANCHE: IL NURE SI “MANGIA” LA PROVINCIALE

AGGIORNAMENTO SERVIZIO IDRICO E RACCOLTA RIFIUTI 
I tecnici IREN stanno lavorando senza sosta per risolvere o perlomeno alleviare i problemi a seguito dell’alluvione che ha colpito il piacentino. Ieri si presentavano forti criticità per l’approvvigionamento dell’acqua potabile e per la raccolta dei rifiuti derivanti dalla esondazione. Oggi la situazione sta lentamente migliorando.

Per quanto concerne l’acqua potabile, ecco gli aggiornamenti:

FERRIERE:      
attualmente nella parte alta del capoluogo è stata ripristinata la fornitura di acqua, grazie ad un collegamento provvisorio realizzato dai tecnici IREN all’altezza del ponte crollato tra Ferriere e Selva.
 
FARINI:     
è stata ripristinata la fornitura d’acqua al capoluogo tramite la riattivazione del pozzo a servizio della rete. Nelle frazioni alimentate dalla dorsale della Val Nure il servizio viene garantito da autobotti. Anche nella piazza principale di Farini viene distribuita acqua per uso alimentare mediante autocisterna appositamente attrezzata. I tecnici IREN stanno parallelamente lavorando al ripristino della dorsale acquedottistica che risulta interrotta in più punti, per tratti anche superiori a centinaia di metri. 

BETTOLA:
sono stati ripristinati e collegati alla in rete i due pozzi del capoluogo.  L’acquedotto è quindi quasi completamente approvvigionato ad esclusione della parte alta del paese in quanto alimentata direttamente dalla dorsale interrotta; anche in questo caso nelle frazioni il servizio è garantito dalle autobotti.
 
RIVERGARO e CORTEBRUGNATELLA:    
è stato ripristinato il servizio nella serata di ieri 14 settembre.

LUGAGNANO-CASTELL’ARQUATO
è stato ripristinato l’impianto di potabilizzazione di Mignano che ha consentito di riattivare la fornitura ai capoluoghi.

Persistono tuttavia alcuni problemi di approvvigionamento nelle frazioni, che sono in via di risoluzione. Stante la situazione, tutte le zone della provincia interessate dall’alluvione sono soggette ad ordinanze che – a titolo precauzionale –  vietano l’uso alimentare dell’acqua dell’acquedotto se non previa bollitura.

Si sta procedendo inoltre alla verifica dei sistemi fognari e depurativi interessati dalla alluvione, allo scopo di verificarne l’efficienza e di rilevare gli eventuali danni. Per quanto concerne i servizi ambientali, la raccolta dei rifiuti urbani è regolarmente garantita in tutti i comuni. 

Sono in corso operazioni straordinarie di raccolta dei rifiuti derivanti dalla esondazione e sono state state individuate, di concerto con la Provincia e le Amministrazioni comunali, aree temporanee di deposito nei comuni di Bettola, Farini, Rivergaro e Ponte dell’Olio. I rifiuti derivanti dall’alluvione dovranno pertanto essere conferiti in questi punti: per Farini nei pressi della Piazza del Municipio; per Bettola nella zona del centro sportivo e presso il centro di raccolta;  per Ponte dell’Olio nel parcheggio in adiacenza al campo sportivo; per Rivergaro nei pressi di Piazza Paolo e Piazza Dante.

Per quanto concerne la frazione di Roncaglia (PC) è stato effettuato il lavaggio della Strada Caorsana per garantirne la viabilità. Proseguono le attività straordinarie di raccolta degli ingombranti e dei rifiuti alluvionali da parte di IREN che ne effettua il ritiro sul fronte strada dove i cittadini devono depositare i materiali. Il servizio proseguirà sino alla completa risoluzione dell’emergenza.

AGGIORNAMENTO VIABILITA’

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.