Quantcast

Rugby, buona prova dei Lyons al “Giorno degli Angeli”

Comincia con il piede giusto l’avventura in Eccellenza dei Lyons che, impegnati al torneo benefico “Il Giorno degli Angeli”, hanno concluso al quarto posto al termine di tre partite ricche di emozioni

Più informazioni su

Udine – Comincia con il piede giusto l’avventura in Eccellenza dei Lyons che, impegnati al torneo benefico “Il Giorno degli Angeli”, hanno concluso al quarto posto al termine di tre partite ricche di emozioni. Nella prima partita i bianconeri sono stati superati dal Petrarca Padova per 14 a 0, ma si sono rifatti pareggiando con il San Donà al termine di una sfida che ha visto la formazione piacentina imporre il proprio gioco pur non riuscendo però a trovare la marcatura.

I Lyons si sono quindi qualificati per la finale terzo-quarto posto grazie alla più giovane età media rispetto al San Donà. Contro il Viadana 1970 i Lyons si sono dovuti arrendere per 5 a 0 mostrando alcuni limiti nelle fasi statiche, ma esprimendo comunque un buon rugby. Alla fine i Lyons escono dal campo di Udine convincendo gli addetti ai lavori e portando a casa le prime certezze pur sapendo che ci sarà ancora molta strada da fare, soprattutto per quanto riguarda la disciplina, prima di poter esprimere il 100% del proprio potenziale.

Contro il Petrarca Padova dell’ex bianconero Travis Larsen, i Lyons sono partiti subito in modo convincente, reggendo in mischia (tre i calci di punizione per i padovani, due per i Lyons) per poi provare a giocare al largo con Troy Nathan ad orchestrare il gioco bianconero. Purtroppo alla fiammata iniziale dei Lyons il Petrarca ha risposto con la sicurezza e la concretezza delle grandi squadre e sono bastate due accelerazioni per punire i piacentini. La prima meta padovana è arrivata giocando un perfetto cross kick a tagliare il campo che ha spiazzato la difesa dei Lyons, mentre la seconda grazie alla perfetta esecuzione di una maul sulla linea dei cinque.

Nella seconda partita del torneo, contro il San Donà dell’ex Michele Mortali, i bianconeri hanno messo in mostra un ottimo rugby grazie all’ottima prestazione degli avanti guidati da un ispirato Samuele Ortis e dalle certezze che rispondono ai nomi di Benelli e Fornari. Purtroppo anche in questa occasione, nonostante la superiorità numerica per un cartellino giallo ai danni del San Donà, non sono arrivate marcature per i Lyons, sicuramente penalizzati dalla troppa indisciplina. Finisce 0 a 0.

Anche nella finale per il 3° e 4° posto contro il Viadana hanno pesato le indiscipline di una formazione che ha costruito molto, ma ha commesso anche troppi falli. Bravo invece il Viadana a costruire un gioco multifase capace di erodere a poco a poco la difesa bianconera e raggiungere la meta sugli sviluppi di una touche. Non sono bastati invece le invenzioni di Troy Nathan, sempre illuminante in cabina di regia, e due touche sulla linea dei cinque del Viadana per ribaltare il risultato che ha visto la formazione mantovana imporsi per 5 a 0.

La classifica finale ha visto il Petrarca Padova aggiudicarsi il torneo battendo in finale il Femi-CZ Rovigo Delta dell’ex Lyons Federico Silvestri che si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo posto per il Viadana, quarti i Lyons. Quinto posto per il Mogliano degli ex Barraud e Buondonno che ha superato per 7 a 5 il San Donà. (Foto Angela Petrarelli)

Petrarca Padova – Sitav Rugby Lyons 14 – 0
Sitav Rugby Lyons: Lombardi, Daniele, Staibano, Mahu, Chiappini, Benelli, Cissè, Cornelli, Pasini, Nathan, Bruno (Alfonsi E.), Forte, Subacchi, Bassi, Thrower.

Sitav Rugby Lyons – Lafert San Donà 0 – 0
Sitav Rugby Lyons: Barbuscia, Cocchiaro, Carloni, Ortis (Mahu), Baracchi, Benelli, Fornari, Barroni, Colpani, Nathan, Alfonsi, Forte, Rossi M., Boreri, Thrower.

Finale 3°/4° posto
Sitav Rugby Lyons – Viadana 1970 0 – 5

Sitav Rugby Lyons: Barbuscia, Cocchiaro, Carloni, Mahu, Chiappini, Fornari, Cissè, Cornelli, Rivetti, Nathan, Pasini, Alfonsi E., Subacchi, Boreri, Rossi M. Sono entrati: Barroni, Staibano, Thrower, Lombardi, Daniele, Baracchi, Benelli, Forte
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.