Quantcast

Rugby, per i Lyons amichevole contro i neozelandesi del Te Puna

Nella prima tappa del tour europeo che li ha visti passare per la Francia i neozelandesi si sono imposti facilmente sulle formazioni transalpine dell’Aix-en-Provence e del Var e ora si preparano ad affrontare i Lyons in un test match dai grandi contenuti

Più informazioni su

Martedì alle ore 18.45 presso la sede Lyons di via Rigolli la formazione neozelandese del Te Puna, proveniente dalla Bay of Plenty, sfiderà i Lyons in un test match all’interno di un tour europeo in occasione della Rugby World Cup 2015.

I ragazzi del Te Puna sono guidati da Aidan Kuka, seconda linea neozelandese che, oltre ad aver giocato in NPC con il Bay of Plenty, ha disputato con i Lyons il campionato di serie A2 nella stagione 2008/2009, totalizzando 18 presenze e ben 11 mete risultando il metaman bianconero della stagione.

Nella prima tappa del tour europeo che li ha visti passare per la Francia i neozelandesi del Te Puna si sono imposti facilmente sulle formazioni transalpine dell’Aix-en-Provence e del Var e ora si preparano ad affrontare i Lyons in un test match dai grandi contenuti. Per l’ex bianconero Aidan Kuka sarà un giorno davvero speciale: il seconda linea neozelandese infatti oltre a rincontrare tanti ex compagni di squadra, tra i quali Matteo Rossi e Diego Barroni, coglierà l’occasione del test match piacentino per dare l’addio al rugby giocato.

Per i rugbisti neozelandesi il tour europeo non prevede soste: arrivati ieri in Italia hanno trascorso la serata presso la sede Lyons di via Rigolli dove sono stati accolti dagli amici bianconeri con una festa di benvenuto. Questa mattina sono poi partiti alla volta di Venezia per visitare la città lagunare, immancabile tappa in un tour europeo.

Nella giornata di martedì invece, dopo una visita in mattinata alla città di Piacenza, la formazione neozelandese scenderà in campo per l’amichevole contro i Lyons. Infine mercoledì i ragazzi del Te Puna ripartiranno per l’Inghilterra per assistere alla sfida fra All Blacks e Georgia al Campionato Mondiale di Rugby. (Foto Angela Petrarelli)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.