Valtidone Wine Fest, a Ziano sarà festa dell’uva e del Malvasia

Mandato in archivio il primo appuntamento dell’edizione 2015 del Valtidone Wine Fest con numeri da record, tutta l’attenzione è già rivolta al prossimo fine settimana quando a Ziano Piacentino andrà in scena Sette Colli in Malvasia che si abbinerà anche quest’anno alla Festa dell’Uva

Più informazioni su

Mandato in archivio il primo appuntamento dell’edizione 2015 del Valtidone Wine Fest con numeri da record, tutta l’attenzione è già rivolta al prossimo fine settimana quando a Ziano Piacentino (Piacenza) andrà in scena Sette Colli in Malvasia che si abbinerà anche quest’anno alla Festa dell’Uva, giunta alla sua 64esima edizione.

Mentre per quanto riguarda la sagra dedicata all’uva aprirà i battenti già da venerdì con gli stand gastronomici e la serata giovani presso i giardini comunali, per replicare poi il sabato sera tra cibo, musica e la sfilata di abiti da sposa vintage (il più vecchio sarà del 1947), il Wine Fest concentra i suoi appuntamenti nella giornata di domenica, a partire dall’inaugurazione prevista sotto il tradizionale tendone nel cortile del Palazzo comunale alle ore 10 con la premiazione, a cura di Roberto Gazzola, della miglior malvasia secca frizzante della vendemmia 2014.

Il primo momento di approfondimento sul vino è in programma alle ore 11.00, sempre nel palazzo municipale, con il seminario-dibattito intitolato “Terre di Malvasia – la vigna di Leonardo”, al quale interverranno il Prof. Roberto Miravalle, Presidente del Consorzio Vini doc Colli Piacentini, la Dott.ssa Imazio, genetista che si è occupata del recupero della vigna di Leonardo a Milano e il Dott. Matteo Marenghi, direttore del Consorzio Vini doc e giornalista esperto di marketing.

Il convegno verterà, appunto, sull’importante recupero della vigna di Leonardo da Vinci: secondo gli studi pare che un vigneto di Malvasia di Candia, vigna tipica del territorio, fosse stato donato da Ludovico il Moro al Genio universale come ricompensa per la realizzazione dell’ultima Cena.

Mentre sotto il tendone del festival, le circa 25 cantine e aziende vitivinicole metteranno in degustazione per tutto il giorno le malvasie secche e dolci, nel pomeriggio – dopo l’appuntamento folcloristico del palio delle botti – si terrà il secondo momento di approfondimento. Presso la Piazza De Carli, infatti, nel centro storico di Ziano, alle ore 15.30 e alle ore 16.30, saranno organizzati due showcooking nei quali il giovane chef castellano, Nicolò Prati, recente finalista di Mastechef proporrà alcune creazioni culinarie abbinate ai vini piacentini.

Il menu degustazione, prenotabile presso il tendone del festival, comprende i crostini di paté di melanzane e zucchine, la vellutata di zucca in bicchierino con salsiccia e sfoglia croccante e la torta di carote con zabaglione alla malvasia. Il tutto sarà abbinato alle degustazioni guidate delle varie tipologie di malvasia presentate dal sommelier Giovanni Derba.

Tante le iniziative e gli eventi che riempiranno la giornata – dai carri allegorici (15.30) alla mostra dei trattori d’epoca, dalle mostre pittoriche di Bruno Botta e Camillo Ponzini (da venerdì presso le scuole elementari), al banco di beneficienza, agli stand di Made in Ziano, associazione locale di artegianato che proporrà magliette tinte con il vino e portachiavi a forma di tappo, in un’ottica sociale di condivisione di esperienze e culture. La tappa di Ziano del Wine Fest sarà, inoltre, quest’anno il momento di premiazione del concorso fotografico organizzato dall’Associazione LaValtidone sul tema “Sui sentieri della Val Tidone”, che fornirà la base per la realizzazione del tradizionale calendario benefico del 2016.

Particolarmente soddisfatto per il ricco calendario di eventi messo in cantiere quest’anno è il sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli, che ha voluto ringraziare tutte le associazioni, i volontari, i dipendenti comunali che permettono la realizzazione dell’evento che ha nella Pro Loco guidata da Marco Dallospedale per quanto riguarda la festa dell’uva e nel consorzio dei produttori Sette Colli, rappresentata da Paolo Badenchini, per quanto riguarda il Wine Fest, i motori organizzativi.

“Il Valtidone Wine Fest – ha detto Ghilardelli – è la migliore rappresentazione di come un territorio può unirsi e collaborare per portare all’esterno le proprie eccellenze. Stiamo andando in questa direzione da anni e i risultati sono entusiasmanti. Desidero ringraziare i partner e gli sponsor privati che sostengono l’iniziativa, senza i quali il cammino sarebbe molto più difficile”.

Oltre al Salumificio San Carlo, uno dei maggiori pancettifici europei, che fornirà i propri prodotti DOP per le degustazioni della giornata, presenti alla conferenza stampa erano i rappresentanti di Alleanza Assicurazioni, la compagnia assicurativa che da quest’anno segue e sostiene il Wine Fest in un’ottica di sempre maggiore impegno sul territorio, e di Cariparma-Crédit Agricole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.