Quantcast

Vendemmia conclusa alla Cantina di Vicobarone IL DIARIO foto

Nuova puntata del Diario di Vendemmia curato dai responsabili della Cantina di Vicobarone (Piacenza). La vendemmia si è praticamente conclusa: anche per i vini rossi, sono già state svinate le prime vasche. I lavori proseguono in cantina, con travasi e stoccaggi in vista dell'attività di assemblaggio e mercato

Più informazioni su

Nuova puntata del Diario di Vendemmia curato dai responsabili della Cantina di Vicobarone (Piacenza). La vendemmia si è praticamente conclusa: anche per i vini rossi, sono già state svinate le prime vasche. I lavori proseguono in cantina, con travasi e stoccaggi in vista dell’attività di assemblaggio e mercato.
Restano solo le uve Malvasia Bianca di Candia Aromatica ad appassire nelle piccole ceste. LA PRIMA PUNTATALA SECONDA PUNTATALA TERZA PUNTATA 
LA QUARTA PUNTATALA QUINTA PUNTATALA SESTA PUNTATA

Cantina di Vicobarone, vendemmia conclusa
Con una settimana di cielo sereno e un intercalare climatico praticamente perfetto (caldo di giorno e fresco di notte, con ventilazione costante) la vendemmia 2015 ha concluso i suoi lavori presso la Cantina di Vicobarone. Anche questi ultimi giorni segnati da aria fredda di provenienza balcanica non hanno creato intralci o problemi.

I vini rossi, seppure siano tuttora in una fase interlocutoria, fanno segnare riscontri molto gratificanti: i colori sono eccellenti per tonalità e intensità, le gradazioni alcoliche elevate, ma non eccessive e buoni risultano anche i contenuti acidi, in armonia con le restanti componenti dei vini.
 
Nonostante le notevoli ricchezze zuccherine delle uve, le fermentazioni si sono sviluppate con regolarità, completando bene la trasformazione degli zuccheri in alcool e regalando vini molto netti dal punto di vista olfattivo.

Adesso inizia il periodo dei travasi e delle brevi conservazioni in acciaio per l’eliminazione delle fecce e l’illimpidimento dei prodotti finiti. Si stanno poco per volta progettando gli stoccaggi delle varie partite che saranno poi utilizzate lungo l’anno per i vari assemblaggi e gli imbottigliamenti in vista dell’avvio al mercato.
 
Notevole l’impegno relativo ai vini oggetto del cosiddetto “Patto qualità”: in questo periodo sono in avvio le fermentazioni malolattiche, che daranno maggiore stabilità ai singoli prodotti.
 
Ancora in evoluzione sono, invece, le piccole partite di uva Malvasia di Candia Aromatica destinate alla produzione dei vini passiti. In questo momento, le uve stanno affrontando nelle loro cassette la fase dell’appassimento, in parte nelle apposite celle e in parte in un ampio cortile all’aperto, situazione questa favorita anche dal clima impeccabile di questi giorni.
 
Tra pochi giorni, faremo il consuntivo generale della vendemmia 2015 alla Cantina di Vicobarone: i dati economici e le valutazioni qualitative ci permetteranno di esprimere un primo giudizio globale su un’annata che rischia di essere una delle migliori degli ultimi tempi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.