Quantcast

“Aiutateci, siamo minorenni”. Ma la radiografia li smentisce foto

Scoperti due falsi minori, affidati in un primo momento all'ente di formazione Don Orione di Borgonovo a Piacenza. I due ragazzi si erano rivolti alla questura di Cremona, asserendo di essere minorenni, supportati da documenti del proprio paese d'origine.

Più informazioni su

Scoperti due falsi minori, affidati in un primo momento all’ente di formazione Don Orione di Borgonovo a Piacenza. I due ragazzi si erano rivolti alla questura di Cremona, asserendo di essere minorenni, supportati da documenti del proprio paese d’origine, il Bangladesh.

I due giovani, che avevano dichiarato anche di essere cugini, sono stati affidati al centro di Borgonovo, grazie ad una apposita convenzione, per essere inseriti nei percorsi di alfabetizzazione e sostegno previsti in questi casi dalla normativa vigente. Proprio i gestori del centro hanno dubitato però dell’età dichiarata dai ragazzi, e si sono rivolti alla questura di Piacenza. E’ stato quindi disposto l’esame auxologico, ossia la radiografia del polso sinistro, che ha smentito i due. Secondo l’esame, infatti, i ragazzi hanno 19 anni. 

La divisione anticrimine di Piacenza ha inviato i due al servizio immigrazione di Cremona, dove potrebbero essere accusati di falsa attestazione delle loro generalità.

“I minori stranieri non accompagnati necessitano delle massime tutele previste, tutele che rappresentano un onere per lo Stato. Per questo motivo è necessario vigilare al massimo affinche questi diritti non vengano riconosciuti a chi non ne può beneficiare – afferma Michele Mauro, della divisione anticrimine della Questura di Piacenza -. Grazie ai nostri controlli negli ultimi tempi sono stati scoperti 5 falsi minori”. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.