Quantcast

Come cambia il lavoro, in Confapindustria focus sul Jobs Act

È stato Manuel Sartori della Direzione territoriale del lavoro il protagonista del seminario promosso lunedì pomeriggio da Confapindustria Piacenza per fare chiarezza sul tema “Jobs Act: il lavoro che cambia”

Più informazioni su

Jobs Act sotto i riflettori grazie al convegno promosso da Confapindustria Piacenza che si è svolto lunedì pomeriggio nella sede dell’associazione. Manuel Sartori della Direzione territoriale del lavoro di Piacenza è intervenuto sul tema, affrontando le nuove regole per i lavoratori, le politiche sulla disoccupazione e altre questioni toccate dalla nuova normativa e finite nel mirino appunto grazie all’incontro intitolato “Jobs Act: il lavoro che cambia” che ha visto partecipare anche Marco Trincianti dello Studio Trincianti e Christian Cella dello Studio Cella.

“Non si tratta di una vera rivoluzione sulle materie del lavoro, ma sicuramente di un intervento curativo con una funzione razionalizzante” – ha spiegato Sartori, “sul piano sanzionatorio c’è una revisione in senso più favorevole per i casi di regolarizzazione di posizione contestate alla luce del fatto che una collaborazione va vista come un fatto positivo. Sul piano della semplificazione degli adempimenti in realtà è ancora presto per dare delle indicazioni precise perché sicuramente l’intento del legislatore è quello di semplificare la vita alle aziende sul piano della burocratizzazione: questo però solo in parte è immediatamente operativo perché c’è ancora un percorso da svolgere sul piano dei decreti attuativi che ancora aspettiamo è che potrebbero darci un quadro più completo del sistema”.

Da parte sua invece il direttore di Confapindustria Piacenza Andrea Paparo ha aggiunto: “Con l’approvazione in via definitiva degli ultimi quattro decreti legislativi attuativi da parte del Consiglio dei Ministri, il percorso della legge di riforma del lavoro, il cosiddetto Jobs Act, è concluso: il seminario ha inteso dunque approfondire la nuova normativa e gli ultimi decreti attuativi che introducono nuove regole sui controlli a distanza dei lavoratori, sulla cassa integrazione, sulle politiche contro la disoccupazione, sulle ispezioni di lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.