Quantcast

Donne dell’altrà metà del mondo: le viaggiatrici Kamlalaf a Pulcheria FOTO foto

E' stato dedicato anche alle donne incontrate in viaggio, alla loro capacità di farsi carico della propria famiglia, così come del cambiamento sociale, il racconto dell’edizione 2015 di “Kamlalaf”, progetto di turismo consapevole giunto quest’anno alla settima edizione, che domenica 11 ottobre, nella sede de Il Samaritano in via Giordani a Piacenza, era presente tra i temi al centro de “I giorni di Pulcheria”.

Più informazioni su

E’ stato dedicato anche alle donne incontrate in viaggio, alla loro capacità di farsi carico della propria famiglia, così come del cambiamento sociale, il racconto dell’edizione 2015 di “Kamlalaf”, progetto di turismo consapevole giunto quest’anno alla settima edizione, che domenica 11 ottobre, nella sede de Il Samaritano in via Giordani a Piacenza, era presente tra i temi al centro de “I giorni di Pulcheria”.

L’estate appena trascorsa ha portato in Perù Elena Carrà e Patrizia Chiappa con ProgettoMondo Mlal, Elisa Vezzulli in Senegal con Diaspora Yoff, Valentina Porcu e Silvia Manini in Bosnia con la Caritas Diocesana. A dialogare con loro e ad ascoltare la loro esperienza, accanto all’assessora alle Politiche Giovanili Giulia Piroli, la consigliera per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanna Martelli. Al termine dell’incontro, coordinato da Elisabetta Morni, aperitivo a base di specialità dai Paesi visitati quest’anno: riso con verdure e pollo oltre a succhi di frutta fresca dal Senegal, pita con patate e zucchine dalla Bosnia, quinoa e avocado dal Perù.

Kamlalaf – Avviato nel 2008 dal Comune di Piacenza, in collaborazione con le associazioni del territorio impegnate in attività umanitarie e di sviluppo nelle realtà più disagiate, con Svep e – per il percorso formativo proposto a tutti i partecipanti – con Piccolo Mondo, Kamlalaf ha permesso in questi anni a oltre una cinquantina di giovani piacentini di scoprire Paesi come l’Uganda, il Burundi, il Senegal, la Bosnia e il Kosovo, ma anche Brasile, Bolivia e Perù, senza dimenticare, entro i confini italiani, la Sicilia. Fondamentale il sostegno degli sponsor: per l’edizione 2015, Bilanciai Associati e Matelda Srl.
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.