Quantcast

Gli allievi del Nicolini portano la musica in mezzo alla gente

Dal 5 al 9 ottobre piccoli gruppi di studenti si esibiranno in luoghi e momenti dove la musica classica di solito è assente: durante lo shopping in centro, all'ora dell'aperitivo in piazza Cavalli, fuori dalle scuole all'uscita degli allievi, nei centri culturali degli immigrati - ma anche sul pianerottolo di casa

Più informazioni su

L’orchestra della Scala a Malpensa, orchestre giovanili nei palazzetti dello sport, il Museo del violino di Cremona con i concerti aperitivo “Violino Bar”, in varie città l’offerta di concerti nelle case private…

Il mondo della musica classica è in fermento e l’esigenza di una nuova relazione tra i musicisti ed il pubblico si manifesta ormai quotidianamente. A livello europeo alcuni tra i musicisti più sensibili stanno lavorando ad un progetto, “European Music Cooperative”, che vuole mettere in collegamento queste iniziative, e fornire un punto di riferimento a quanti – musicisti, educatori, operatori dell’industria culturale – sentono la necessità di un rinnovamento della proposta musicale.
 
Tra i più attivi promotori dell’iniziativa a livello mondiale vi è il clarinettista Lorenzo Coppola, che sarà a Piacenza i giorni 7, 8 e 9 ottobre. Solista di fama internazionale e docente alla Scuola Reale di Musica di Barcellona, Coppola sarà ospite del Conservatorio Nicolini per una Masterclass dedicata a “Clarinetti storici e musica da camera del periodo classico”.

Ha voluto intitolare il suo corso “Alla ricerca dell’emozione perduta”, riferendosi alle emozioni dei musicisti – ritrovate con un approccio storicamente informato – ma soprattutto all’emozione del rapporto profondo e quotidiano con  il pubblico.
 
Il Conservatorio di Piacenza è già da anni sensibile a queste tematiche, e nella settimana della Masterclass di Lorenzo Coppola lancia un’iniziativa un po’ provocatoria già dal titolo: “Aprite la porta, stanno suonando”.
 
Dal 5 al 9 ottobre piccoli gruppi di studenti del Nicolini si esibiranno in luoghi e momenti dove la musica classica di solito è assente: durante lo shopping in centro, all’ora dell’aperitivo in piazza Cavalli, fuori dalle scuole all’uscita degli allievi, nei centri culturali degli immigrati – ma anche sul pianerottolo di casa: “Signora, si affacci che le suoniamo un Minuetto di Mozart”!

Piccole “lezioni/concerto” per portare la musica – ben preparata e ben suonata  – in mezzo alla gente nelle situazioni più diverse; “vedremo cosa succede, parleremo con le persone, le ascolteremo e soprattutto cercheremo di coinvolgerle.” 
 
Le persone verranno invitate a prender parte alla concertazione, allo studio dei pezzi – far votare se suonare un brano più veloce o più lento, forte o piano, staccato o legato… Gli interventi dipenderanno dai luoghi e dai momenti, dagli spunti degli studenti coinvolti,  dalle reazioni del pubblico.
Tutti questi eventi culmineranno con il concerto conclusivo della Masterclass la sera del 9 ottobre, quando Lorenzo Coppola presenterà un concerto degli allievi che sarà anche una lezione, un happening, una conferenza, una chiacchierata tra amici: una vera festa musicale.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.