Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

In Cattolica a Piacenza 55 studenti da tutto il mondo

Gli studenti sono stati accolti in università per un primo incontro di orientamento, per concludere poi la serata con un aperitivo italiano presso il locale Bacicci

Più informazioni su

Nei giorni scorsi l’Ufficio Internazionale della sede piacentina dell’Università Cattolica ha accolto un gruppo di 55 studenti internazionali che arricchiranno il campus di Piacenza durante questo nuovo anno accademico.

Studenti provenienti da tutto il mondo (Bulgaria, Cile, Colombia, Francia, Germania, India Iran, Irlanda, Messico, Nepal, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Svizzera, Turchia, Ucraina, Vietnam) che hanno scelto il nostro campus per partecipare a diversi programmi internazionali  (Erasmus, Exchange, Double Degree, MIM) o che hanno deciso di immatricolarsi ai corsi di laurea in lingua inglese proposti dalle facoltà (International Management, Legislation and Society e Agricultural and Food Economics).

“La crescita di studenti internazionali è un chiaro segno di come la sede Piacentina dell’Università Cattolica stia affrontando con successo le sfide del processo di internazionalizzazione” – ha affermato il prof. Emanuele Vendramini, della Facoltà di Economia e Giurisprudenza –. “Sono dati molto incoraggianti che ci spingono a continuare su questa strada: essere saldamente ancorati al contesto ed alle istituzioni locali, ma guardando il mondo e le sue sfide”.

Gli studenti sono stati accolti in università per un primo incontro di orientamento, per concludere poi la serata con un aperitivo italiano presso il locale Baciccia. Sabato 19 settembre i ragazzi, accompagnati dalla dott.ssa Francesca Lucchi dell’Ufficio Internazionale, hanno trascorso una giornata insieme alla scoperta di Castell’Arquato e dei prodotti delle colline del territorio, concludendo con un po’ di enoturismo presso il Vigneto Montepascolo Cardinali, con una passeggiata tra i filari e la cantina e una degustazione di vini abbinata ad un buffet di prodotti delle nostre terre. Il modo migliore per iniziare a conoscere la cultura e il territorio!

Gli studenti hanno poi cominciato le lezioni, entrando in contatto con i colleghi italiani e con un nuovo sistema universitario. Si preparano ora a partire per un Integration Weekend in Toscana, organizzato dall’associazione studentesca SMINT, che ha già in serbo per loro un calendario di eventi mirati non solo al divertimento, ma anche e soprattutto alla socializzazione e alla formazione di uno spirito di squadra.

Anche da parte del preside prof. Lorenzo Morelli “un benvenuto da parte della Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali con l’augurio che gli studenti possano apprezzare il ricco patrimonio agroalimentare di questa zona”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.