Quantcast

In tre minuti rubano 150 borse a Firenze, ma la fuga finisce a Fiorenzuola

Dopo il furto in una pelletteria a Rignano sull'Arno (Firenze), la fuga dei ladri si è conclusa a Fiorenzuola (Piacenza). Fatale la sosta all'autogrill: non si erano accorti di essere inseguiti

Più informazioni su

Dopo il furto in una pelletteria a Rignano sull’Arno (Firenze), la fuga dei ladri si è conclusa a Fiorenzuola (Piacenza). Fatale la sosta all’autogrill: non si erano accorti di essere inseguiti. 

I malviventi hanno agito nella notte in provincia di Firenze mettendo fuori uso il sistema d’allarme con uno strumento sofisticato chiamato ‘jammer’ e in tre minuti hanno razziato 150 borse griffate, per un valore di 100milia euro, le hanno caricate su un furgoncino e sono scappati.

La banda era composta da cinque persone e due di loro, romeni di 23 e 26 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Figline Valdarno al termine di un lunghissimo inseguimento fino a Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), gli altri sono ricercati.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto del furto non c’era più traccia dei malviventi. Solo intorno alle 7 il furgoncino è stato segnalato mentre entrava in autostrada A1 in direzione nord. I carabinieri hanno seguito a distanza il mezzo fino a Fiorenzuola, dove i due malviventi rimasti a bordo si sono fermati in un’area di servizio.

Dopo una violenta colluttazione e un tentativo di fuga, i ladri sono stati bloccati dai carabinieri. Nel furgone, risultato rubato nel maggio scorso nella provincia di Bergamo, c’era tutta la merce rubata a Rignano sull’Arno, numerosi arnesi da scasso, il disturbatore di frequenza e guanti in lattice. I due sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato, ricettazione, disattivazione di comunicazioni telefoniche e resistenza a pubblico ufficiale. Furgone e merce sono stati restituiti ai proprietari

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.