Quantcast

“La Buona Scuola di Renzi? Bocciata”. Manifestazione Uds

Manifestazione studentesca, anche a Piacenza, contro la riforma "Buona Scuola" varata dal Governo Renzi. Ecco la presa di posizione dell'Unione degli Studenti. 

Più informazioni su

Manifestazione studentesca, anche a Piacenza, contro la riforma “Buona Scuola” varata dal Governo Renzi. Ecco la presa di posizione dell’Unione degli Studenti. 

Il giorno venerdì 9 ottobre, l’associazione Unione degli studenti (UDS) assieme a Rete della Conoscenza e Link-Coordinamento Universitario indice una mobilitazione nazionale studentesca rivolta ai ragazzi di tutte le scuole ai docenti, al personale ATA e alle famiglie per contrastare la riforma “Buona Scuola”.

L’intento è quello di far capire al Governo Renzi che gli studenti di tutta Italia sono pronti a contestare per ottenere una scuola migliore e che davvero rappresenti le loro necessità. Sulla base di un simile intento, i ragazzi scendono in piazza per: una rivendicazione del diritto allo studio, né citato né tutelato dal Governo Renzi; un’istruzione gratuita e un sapere accessibile a tutte e tutti; la contestazione di ingenti finanziamenti da parte di privati per la scuola pubblica, rivendicando una sovvenzione statale; un’alternanza scuola-lavoro regolamentata e di qualità, diversa da quella proposta dalla riforma;  un welfare universale e un reddito contro la precarietà e le disuguaglianze economiche e culturali, ben diverso da quello familista del governo; un ripensamento della didattica frontale e l’introduzione di forme di insegnamento alternative, con, ad esempio, un’altra idea di valutazione dello studente e di valutazione nazionale non punitiva come quella attuale; e infine, con un significato attinente al tema della scuola, a favore della democrazia a discapito del sempre più persistente autoritarismo.

Inoltre, nel nostro territorio la manifestazione verterà su intramontabili problematiche molto vicine ai ragazzi e alle loro famiglie: ad esempio problemi di edilizia; trasporti; caro libri; inadeguatezza degli stage scuola-lavoro; e inadeguatezza di strutture ed attrezzature varie. Il corteo,tra striscioni provocatori e frasi esplicative al megafono, farà tappa di fronte ad alcuni degli istituti piacentini dove saranno tenuti brevi discorsi e sollecitazioni, volte ad informare e sensibilizzare tutti gli studenti su quale sia il vero volto della riforma del Governo Renzi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.