Quantcast

“La vaccinazione ha una valenza sociale. Troppa disinformazione”

Roberto Sacchetti, segretario provinciale dei pediatri di libera scelta di Piacenza, presenta il convegno, organizzato dalla Federazione Italiana Medici Pediatri, in programma a Piacenza il 7 novembre 2015 presso l'Auditorium della Fondazione

Più informazioni su

“La vaccinazione ha una valenza anche sociale”. Roberto Sacchetti, segretario provinciale dei pediatri di libera scelta, presenta il convegno, organizzato dalla Federazione Italiana Medici Pediatri, in programma a Piacenza il 7 novembre 2015 presso l’Auditorium della Fondazione con una tavola rotonda con gli esperti aperta al pubblico.

Vaccini, nel 2014 23 rifiuti. Ma Piacenza resta sopra “quota” 95 per cento

Si parlerà di “vaccinazioni all’epoca dei social”. Un tema, quello dei vaccini, che negli ultimi giorni ha dato vita ad un dibattito nazionale: rischi, paure, e, in taluni casi, disinformazione. “Obiettivo del convegno – spiega Sacchetti, affiancato dal collega Giuseppe Gregori – è poter dare ai genitori dei pazienti che curiamo informazioni chiare e semplici relativamente alle sicurezza dei vaccini. Parleremo poi di come i genitori cercano informazioni sui social; spesso si tratta di cattiva informazione, che va combattuta con una contro informazione ufficiale in grado di fornire indicazioni corrette”.

“Vaccinarsi è importante – aggiunge -, non solo per proteggere il singolo bambino: raggiungere elevati tassi di copertura vaccinale nella popolazione vuol dire infatti garantire l’immunità anche a quei bambini che non hanno una buona risposta o non possono accedere al servizio vaccinale”. 

A supporto di questa posizione arriva anche una risoluzione Pd in Regione che ha come firmatari i consiglieri piacentini Katia Tarasconi e Gian Luigi Molinari: “Chiediamo venga promossa una campagna di informazione e comunicazione, in particolare le famiglie, che si valuti la revisione della delibera regionale del 2013 sull’inadempienza alle vaccinazioni e venga allargata l’offerta vaccinale gratuita del servizio sanitario nazionale anche per patologie ad alto rischio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.