Quantcast

Podenzano, pagamento Tari, M5s: “Serve una comunicazione migliore con i cittadini”

"Il Sindaco si è reso conto di aver fatto spedire migliaia di missive? Magari avrebbe capito che il problema poteva essere stato la mancata informazione dell’Amministrazione verso i cittadini e non nella loro volontà di non pagare il valore corretto della TASI."

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Matteo Boeri, consigliere comunale M5s di Podenzano (Piacenza) in merito alla comunicazione tra amministrazione locale e cittadini per il pagamento della Tari.

Il comunicato – Podenzano sta ormai diventando famosa per merito delle missive spedite da Iren per conto dell’ amministrazione comunale riguardanti i controlli fatti alle metrature delle abitazioni per il pagamento della TARI. Ci sembra forse esagerato scomodare la giunta regionale, basterebbe un pò di buon senso casalingo. Infatti l’Amministrazione Comunale dovrebbe tutelare i cittadini, non dovrebbe provocare una situazione cosi “imbarazzante”.

Il sindaco prima di dare il consenso a Iren all’invio delle lettere ha provato a leggerle? I valori di metratura proposti sono scritti senza nessun riferimento al regolamento e senza il relativo calcolo dimostrativo, non ci sono ne dati catastali ne termini di legge adottati, inoltre, cosa più grave, il Sindaco si è reso conto di aver fatto spedire migliaia di missive? Magari avrebbe capito che il problema poteva essere stato la mancata informazione dell’Amministrazione verso i cittadini e non nella loro volontà di non pagare il valore corretto della TASI.

Negli ultimi anni per il pagamento dei rifiuti siamo passati da un regime di tariffazione a uno di tassazione, poi siamo passati attraverso varie modifiche da TARSU a TIA a TARES e infine a TARI. In questa giungla di regolamenti, probabilmente se in comune è stata fatta qualche modifica sostanziale al sistema di metratura, questa poteva essere divulgata alla cittadinanza, non solo con l’esposizione all’albo pretorio ma attraverso carta stampata, mail, volantinaggio.

Molte persone hanno sempre pensato di pagare il giusto e se avessero saputo che dovevano pagare 5/10 euro in più l’avrebbero fatto senza problemi, la riprova è che la quasi totalità delle famiglie è alla ricerca di una spiegazione, che a nostro avviso deve essere il Comune a dare, non dando l’onere ai cittadini di cercarsi le spiegazioni da soli o tramite professionisti pagati.

Proprio la settimana prima sono stati fatti da Amministrazione e Iren due incontri pubblici per illustrare il nuovo sistema di pagamento a svuotamenti, non poteva essere questa un’ occasione per invitare i cittadini ad aggiornare le metrature in base ai regolamenti vigenti? Fortunatamente dove non arriva l’Amministrazione arrivano i cittadini, che hanno costituito un comitato spontaneo chiedendo l’utilizzo della sala consigliare per un incontro con il Sindaco e con Iren, per cercare di capire motivazioni e azioni che hanno portato a queste lettere.

Invitiamo quindi l’Amministrazione a porre una maggiore attenzione alla comunicazione verso i cittadini, più volte abbiamo sollecitato in tal senso ma pare che sia un percorso alquanto complesso, probabilmente non servirebbero nemmeno molte risorse, solo un po’ di buona volontà e di impegno.

Matteo Boeri Consigliere comunale M5S Podenzano

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.