Quantcast

“Politeisti e assassini”, a Rivergaro incontro con l’onorevole Muscardini

Il 16 ottobre in biblioteca presenterà il suo libro incentrato su due figure chiave del mondo arabo-musulmano: l’ambasciatore della Somalia, compagno di battaglie politiche, Bari Bari Yusuf Mohamed Ismail e il comandante e politico afghano Massoud Ahmad Shah

Più informazioni su

Il Centro di Lettura di Rivergaro (Piacenza) propone il 16 ottobre un incontro di respiro internazionale. In Biblioteca (via Bonistalli 7) è in programma una serata con l’onorevole Cristiana Muscardini, conosciuta per la sua lunga carriera politica che l’ha portata a ricoprire il ruolo di Vice Presidente della Commissione per il Commercio  Internazionale del Parlamento Europeo.
 
A Rivergaro vestirà i panni della scrittrice e presenterà il suo libro “Politeisti e assassini” (Ulisse Edizioni – Milano 2015); il suo punto di vista è privilegiato e la narrazione è un tutt’uno con la vita politica e personale dell’autrice: ci porta dentro i fatti che, a partire dagli anni novanta, hanno condotto ad una modificazione radicale del “terrorismo” rispetto a come il mondo non musulmano lo conosceva.
 
Il libro è incentrato su due figure chiave del mondo arabo-musulmano, che avevano avuto una visione più diretta di quanto stava accadendo: l’ambasciatore della Somalia, compagno di battaglie politiche e caro amico dell’autrice, Bari Bari Yusuf Mohamed Ismail e il comandante e politico afghano Massoud Ahmad Shah, combattente prima contro l’Armata rossa poi contro il regime talebano.
 
Queste due figure sebbene diverse per radici e formazione, uomo di pensiero il primo e combattente il secondo, si sono battuti per tutta la loro vita per richiamare all’attenzione dell’ONU e delle Istituzioni Europee sulle situazioni esplosive che si stavano creando nei loro paesi d’origine e che hanno avuto conseguenze drammatiche sulla storia degli ultimi quindici anni.
 
Sono rimasti purtroppo inascoltati ed entrambi assassinati: da Al Quaeda l’uno, e dalla sua costola presente nel Corno d’Africa, Al Shabaad, l’altro.
Ancora troppo fresca la ferita della morte dell’ambasciatore Yusuf, trucidato il 27 marzo 2015; emblematica ed inquietante la data dell’assassinio del comandante Massoud avvenuta il 9 settembre 200, a soli due giorni dall’attentato dell’11 settembre alle Torri Gemelle.
 
Molto poetica una citazione contenuta nel libro e quasi una coincidenza dopo le serate dedicate a Dante presso il Centro di Lettura: “libertà vo cercando ch’è sì cara come sa chi per lei vita rifiuta”. Né il comandante Massoud né l’ambasciatore Yusuf hanno rifiutato la vita in nome della libertà, gli è stata rubata perché volevano difendere la libertà dei propri paesi.
 
Ai nostri giorni assistiamo troppo spesso agli atti terroristici dell’Isis, partito come progetto molto tempo fa: ora è una realtà lo stato islamico voluto da Al Quaeda il più vicino possibile all’Europa per poter sconfiggere il nemico, noi, l’Occidente. Che responsabilità abbiamo? Perché non abbiamo ascoltato chi ci allertava? Come possiamo intervenire adesso? Questi e tanti altri sono gli spunti di riflessione offerti dal libro.
 
Un’incisiva frase in quarta di copertina svela il senso del titolo “Politeisti e assassini”: “Bisogna intervenire nei luoghi del mondo dove i profeti dell’odio seminano la loro parola infetta ricordando che non vanno ridicolizzate le figure divine delle diverse religioni, ma lo squallore di quegli uomini che nascondono le loro nefandezze dietro il nome di Dio”. La dott.ssa Muscardini ha pubblicato anche L’Europa in tavola , L’Europa promessa, L’Europa sconosciuta, La Convenzione europea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.