Quantcast

Polizia, 180 allievi agenti giurano a Grazzano Visconti

La permanenza presso la Scuola di Polizia di Piacenza si concluderà il 1 novembre, per poi proseguire presso i reparti di assegnazione durante il quarto modulo per l'ultimo periodo di applicazione, che prevede l'impiego nel servizio attivo sotto la supervisione di personale esperto

Più informazioni su

Sarà un momento particolarmente significativo quello che martedì 6 ottobre vivranno i 180 Agenti del 193° Corso di formazione Allievi Agenti della Polizia di Stato: al Castello di Grazzano Visconti (Piacenza), davanti alle autorità politiche, civili, religiose e militari, e rappresentanti del mondo accademico, bancario ed imprenditoriale, presteranno infatti Giuramento di Fedeltà alla Repubblica.

Il periodo di formazione, della durata di un anno, che terminerà il 1 febbraio 2016, è stato suddiviso in quattro “moduli” di tre mesi ciascuno, ove, al termine dei primi due è stata conferita la qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza e di Polizia Giudiziaria. La permanenza presso la Scuola di Polizia di Piacenza si concluderà il 1 novembre al termine del terzo modulo, per poi proseguire presso i reparti di assegnazione durante il quarto modulo per l’ultimo periodo di applicazione, che prevede l’impiego nel servizio attivo sotto la supervisione di personale esperto.

Il corso, consentirà ai frequentatori, tutti provenienti da un’esperienza di servizio nelle Forze Armate, di essere immessi nei ruoli dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e di raggiungere, a giuramento effettuato, le rispettive sedi di assegnazione in Uffici e Reparti del territorio nazionale.

Al Giuramento saranno presenti la Banda Musicale della Polizia di Stato e la Bandiera dell’Istituto per Ispettori della Polizia di Stato di Nettuno (RM). 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.