Quantcast

Ricci Oddi, Molinari si dimette. Rinviata l’elezione del presidente

Colpo di scena al consiglio della Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza che avrebbe dovuto eleggere il nuovo presidente. Nulla di fatto invece perchè il presidente uscente, Giuseppino Molinari si è presentato dimissionario

Più informazioni su

Colpo di scena al consiglio della Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza, che avrebbe dovuto eleggere nella seduta convocata nel pomeriggio di oggi, 6 ottobre, il nuovo presidente. Nulla di fatto, invece, perchè il presidente uscente Giuseppino Molinari si è presentato dimissionario dal consiglio e i sei (su sette) componenti rimasti hanno deciso di rinviare ad altra data l’elezione. Sarà infatti necessario procedere alla sostituzione di Molinari, che in seno al consiglio era espressione della Prefettura di Piacenza.

Molinari si è presentato in consiglio con una lettera in cui spiega le motivazioni delle sue dimissioni, denunciando l’intrusione del Comune di Piacenza nelle vicende interne della Galleria. Sullo sfondo uno scontro latente che si trascina da tempo, con Palazzo Mercanti che intende designare un proprio presidente di fiducia, in quanto finanziatore “unico” dell’ente.

Molinari nella sua lettera sostiene invece che questa lettura sia frutto di una distorsione della realtà e che il Comune non debba onorare nient’altro che un impegno perenne preso con il fondatore della galleria Ricci Oddi. Inoltre nel testo si mette in evidenza come la volontà di trasformare la Ricci Oddi in una sorta di ente pubblico contrasti con la sua storia e ne mini l’identità.

A metà settembre si erano completate le designazioni da parte dei vari enti che hanno diritto di nominare propri rappresentanti in seno al Consiglio di Amministrazione della Galleria Ricci Oddi di Piacenza. 

La prefettura aveva confermato il presidente uscente Giuseppino Molinari e l’Accademia romana di San Luca aveva pure confermato in sua rappresentanza l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, così come la Fondazione di Piacenza e Vigevano per il proprio rappresentante Leonardo Bragalini. Confermato uno solo dei due rappresentanti del Comune di Piacenza, Massimo Ferrari, mentre a Eugenio Gazzola era subentrata Francesca Tosi Ricci Oddi. 

Gli Amici dell’Arte hanno nominato Franca Franchi, mentre rappresentante della famiglia del fondatore darà ancora il marchese Alessandro Casali di Monticelli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.