Quantcast

“Rivedere la riforma Fornero” Cgil, Cisl e Uil si mobilitano

Arriva anche a Piacenza la mobilitazione avviata a livello unitario da Cgil, Cisl e Uil per inserire nella legge di stabilità la modifica della legge Fornero sulle pensioni.

Più informazioni su

Arriva anche a Piacenza la mobilitazione avviata a livello unitario da Cgil, Cisl e Uil per inserire nella legge di stabilità la modifica della legge Fornero sulle pensioni. Nella nostra città è previsto un sit in in prefettura giovedì alle 16,30, in occasione dell’imminente presentazione del disegno di legge sulla stabilità per il 2016

“Occorre – afferma Ivo Bussacchini (Cgil) – aprire una discussione per sbloccare una legge per consentire di andare in pensione a una quota di persone, il che potrebbe favorire un ricambio e l’ingresso nel mondo del lavoro dei giovani. Le priorità sono il ritorno a 41 anni di contribuzione per la pensione e il ripristino della norma dell’opzione donna, ovvero il calcolo della pensione con il sistema contributivo con 57 anni di età e 35 di contributi, oltre alla questione annosa degli esodati che doveva già essere risolta. È giunto il momento che i risparmi siano redistribuiti sul lavoro”.

Ivan Bersani (Cisl) ha aggiunto: “Attraverso la mobilitazione, vogliamo appoggiare anche la vertenza sulla rivalutazione delle pensioni, il confronto con il Ministro Poletti è complicato e con tanti interrogativi, la perequazione deve andare a chi non ha ancora percepito la rivalutazione. Inoltre occorre aprire una riflessione sull’applicazione del sistema contributivo per i più giovani che arrivano tardi nel mondo del lavoro, tale regime è troppo penalizzate”.

Infine Francesco Bighi (Uil) ha fatto notare che “Gli interventi sul sistema previdenziale in questi anni si sono susseguiti per far fronte alla sostenibilità dei conti Inps, ma la grande maggioranza di queste pensioni sono basse, basti pensare che le pensioni fino a 3mila euro in Italia riguardano 700 mila persone. Per questo le risorse vanno cercate da un’altra parte”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.