Tra memoria e tradizione, al via il corso di dialetto piacentino

Sta per partire l'edizione 2015 del corso di dialetto e cultura piacentina, promosso da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Famiglia Piasinteina. 

Più informazioni su

Sta per partire l’edizione 2015 del corso di dialetto e cultura piacentina, promosso da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Famiglia Piasinteina. Le iscrizioni dovranno essere presentate entro il 5 novembre presso la sede dell’associazione in via San Giovanni 7 (tel 0523/328394), e ai partecipanti sarà richiesto un contributo di 20 euro per il materiale didattico utilizzato durante il corso. 

Un’iniziativa, questa, che incontra sempre più interesse, come testimoniano le 130 iscrizioni raggiunte lo scorso anno. Si tratta di giovani curiosi, ma anche di 50 – 60 enni desiderosi di recuperare la familiarità con la lingua dei nonni e imparare, di nuovo, quella filastrocca o canzoncina ascoltata tante volte da bambini. con le parole, e il loro suono, si sa che si può disegnare un mondo, ed è così che nel recuperare la memoria personale si ricostruisce quella collettiva. Proprio per questo, spiega il professor Luigi Paraboschi, uno dei docenti del corso, in ogni edizione viene lasciato spazio ad approfondimenti diversi: quest’anno ci si concentrerà sui coloriti modi di dire in piasintein.  

Tre quindi le parti in cui si articolerà il corso: cultura piacentina, leggere e scrivere il dialetto (visto anche il sempre crescente interesse per la poesia vernacolare), lettura, pronuncia, intonazione, dizione. 

Presenti alla conferenza stampa anche Danilo Anelli, presidente della Famiglia Piasinteina, e il responsabile dell’Archivio di Stato di Piacenza, Gian Paolo Bulla. Il 9 dicembre terrà la lezione “Vie di comunicazione nel Piacentino e vie nella ricerca della storia locale”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.