Quantcast

Domenica ai Teatini concerto in memoria di Luciano Pavarotti foto

In occasione dell’ottantesimo compleanno del grande Luciano Pavarotti, scomparso nel settembre del 2007, Domenica 15 Novembre, alle 17,30, presso la Sala dei Teatini di via Scalabrini 9, gli "Amici della lirica" di Piacenza e la "Fondazione teatri" di Piacenza terranno un concerto in sua memoria

Più informazioni su

In occasione dell’ottantesimo compleanno del grande Luciano Pavarotti, scomparso nel settembre del 2007, Domenica 15 Novembre, alle 17,30, presso la Sala dei Teatini di via Scalabrini 9, gli “Amici della lirica” di Piacenza e la “Fondazione teatri” terranno un concerto in sua memoria.
 
Il concerto vedrà alternarsi sul palcoscenico tre tenori: Marco Ciaponi, vincitore dell’ultima edizione del Concorso Internazionale per giovani voci liriche “Flaviano Labò”, Ivan Defabiani, interprete dell’opera che ha inaugurato la Stagione Lirica 2015-2016 del Teatro Municipale di Piacenza, “L’amico Fritz” di Pietro Mascagni, e Alessandro Fantoni, nel cast de “I Lombardi alla prima crociata di Giuseppe Verdi”(2011) e finalista della XII edizione del Concorso Internazionale per giovani voci liriche “Flaviano Labò”; al pianoforte il M° Elio Scaravella.

A presentare “Omaggio a Luciano Pavarotti nell’80° anno della nascita – Recital Tre Tenori” ci sarà Sergio Buonocore, Presidente degli Amici della Lirica di Piacenza. L’evento, a ingresso libero, è aperto alla cittadinanza con posti riservati per i Soci Amici della Lirica di Piacenza. Un doveroso ringraziamento va alla Banca di Piacenza, che da sempre sostiene l’associazione piacentina.
 
I tre tenori:
Marco Ciaponi: è tra le voci più interessanti della nuova generazione di cantanti lirici.Dopo aver studiato con Rebecca Berg, Giuseppe Sabbatini e all’Accademia Internazionale del Bel Canto di Modena, viene premiato in importanti concorsi lirici tra quali il Flaviano Labò di Piacenza (primo premio); “Spiros Argiris di sarzana; Ottavio Ziino e il Beniamino Gigli jr di Roma. Il suo debutto operistico avviene nel 2008 come Rodolfo nella Bohème a Portoferraio, al quale sono succeduti i successi come Nemorino nell’Elisir d’amore a Piacenza, Ravenna e Lucca e nel Die Zauberflöte at the Teatro Comunale in Modena.

È reduce dal grande successo riscosso al Teatro Verdi di Trieste nel ruolo di Don Ottavio – Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart – sotto la guida del direttore d’orchestra Gianluigi Gelmetti e del regista Allex Aguilera.
 
Ivan Defabiani: studia canto presso il  conservatorio G.Verdi di Torino; successivamente si perfeziona con i maestri William Matteuzzi, Pier Antonio Rasolo e Walter Borin. Frequenta il Conservatorio di Milano nel terzo anno del triennio accademico con i docenti: Luigi Petroni e Monica Bozzo. In qualità di artista del coro, collabora periodicamente con il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Torino, il Teatro dell’Opera di Roma e l’accademia di Santa Cecilia.

In qualità di solista, ha interpretato le opere “Lucia di Lammermoor” (“Normanno”)  presso il Teatro Comunale di Faenza (2011), “Tosca” (“Spoletta”) presso il Teatro Superga di Nichelino (2013) e presso il Teatro Alfieri di Asti (2013), “Rigoletto” (”Matteo Borsa”) presso il Conservatorio di Milano,  Sala Verdi e presso il Teatro Civico Politeama di Saluzzo (2013). Partecipa al film “La Cenerentola” di Carlo Verdone trasmessa su Rai Uno come artista del coro (2012), “La Cambiale di Matrimonio” (“Edoardo Milfort”) per Ticino Musica al Palazzo dei congressi di Lugano e al Teatro di Ascona, inoltre presso il Teatro Sociale di Amelia e presso il Teatro Secci di Terni (2013). “Turandot” (“L’Imperatore Altoum”) presso il Teatro Comunale di Imperia (2014), “Rita” di G. Donizetti (“Beppe”) presso il Teatro di Gardone Valtrompia (2014); “Missa in C” di Mozart presso Verano Brianza (2014), “Messa” di Shubert Verano Brianza (2014). Canta in numerosi concerti in Marrakech, Marocco, Benidorm, Spagna, Grecia, Livadià con repertorio verdiano donizettiano e pucciniano.

È stato vincitore del secondo premio al concorso lirico internazionale Bazzini di Carpenedolo nel Marzo 2015. Nell’state 2015 ha esordito presso l’Arena Sferisterio di Macerata (“Matteo Borsa” Rigoletto); è stato inoltre protagonista del “Progetto Trussardi” presso il Palazzo Cusani di Milano e nell’ottobre di quest’anno ha interpretato Fritz ne “L’Amico Fritz” di Mascagni al Teatro Municipale di Piacenza, regia Leo Nucci, direzione Donato Renzetti. Ha recentemente vinto il secondo premio al Concorso Internazional Luciano Neroni di Ripatransone.
 

Alessandro Fantoni: dopo gli studi accademici, svolti come musicista-privatista a Genova e Parma, decide di intraprendere lo studio del canto lirico.

Debutta in Italia nella recente stagione dell’ Arena di Verona con il ruolo di Ismaele nel “Nabucco” di G. Verdi e al Carlo Felice di Genova nel ruolo di Novice nel “Billy Budd” di B. Britten. Il primo giugno 2014 vince il primo premio al concorso “Una Voce per l’ Arena” indetto dall’Arena di Verona. Nel 2012-2013 entra a far parte dell’ensemble opera studio dell’ Opernhaus Theater di Zurigo nel quale ha debuttato molti ruoli solistici sia nelle produzioni del teatro sia in recital prestigiosi e collaborato come Cover in differenti primi ruoli. Ha debuttato nei ruoli principali delle seguenti opere: Gianni Schicchi, Don Pasquale, Bohème, Elisir d’ amore, Madama Butterfly, Traviata, Rigoletto, Tosca, Carmen, Nabucco, Maria Stuarda, I lombardi alla prima crociata, Simon Boccanegra, Petite Messe Solennelle, Requiem di Verdi e Requiem di Mozart in diversi teatri in Germania, Francia e Danimarca.

A Tokio ha debuttato come solista  nella Nona sinfonia di Beethoven. Ha collaborato con importanti direttori tra i quali Fabio Luisi, Marco Armigliato, Gianluigi Gelmetti, Andrea Battistoni, Giampaolo Bisanti. Si è classificato tra i primi posti nelle finali di concorsi internazionali quali il Marcello Giordani, il Ruggero Leoncavallo, il Flaviano Labo’ ed il Toti dal Monte.

Ha cantato in differenti recital con importanti cantanti lirici tra i quali Roberto Sèrvile, Simone Piazzola, Renato Bruson, Luisa Maragliano, Carlo Colombara, Marcello Giordani. Ha partecipato a numerose Masterclass tra le quali quelle tenute da Renato Bruson, Francisco Araiza, Luis Alva, Giovanna Casolla, Raffaella Angeletti, Luana Devol, Ottavio Garaventa. Fa parte della fondazione “Luciano Pavarotti international” con la quale ha partecipato a numerosi e prestigiosi concerti in Italia e all’estero.
 
Elio Scaravella: diplomato in Pianoforte e Composizione al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.

Ha svolto un’intensa attività di accompagnatore collaborando con nomi prestigiosi della musica lirica ( Ghena Dimitrova, Florenza Cossotto, Gianni Raimondi, ecc), nonché attività didattica presso l’Accademia Verdiana di Busseto ( diretta dal M° Carlo Bergonzi ) e presso la fondazione T. Coscarelli di Bilbao. È stato accompagnatore al Concorso internazionale voci Verdiane di Busseto, al concorso internazionale per giovani voci liriche “Flaviano Labò” di Piacenza e al concorso internazionale “Mario Basiola” di Cremona. È docente di Lettura della Partitura presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.