Fusione Ziano – Borgonovo, Ghilardelli (Lega) “Noi dimezziamo le poltrone”

“La scelta - spiega il primo cittadino - è stata meditata a lungo, valutando tutte le opportunità, nell’unico interesse dei cittadini. Se ci mettiamo insieme è per ‘legittima difesa’ contro un governo - a matrice Pd - che sta affamando i territori a suon di tagli”

“Capiamo che il Pd abbia come unico obiettivo quello di moltiplicare le poltrone, ma noi della Lega Nord puntiamo a dimezzarle”. Così il sindaco di Ziano Manuel Ghilardelli interviene – replicando alle opposizioni – sul percorso verso la fusione del suo Comune con quello di Borgonovo.

“La scelta è stata meditata a lungo, valutando tutte le opportunità, nell’unico interesse dei cittadini. Se ci mettiamo insieme è per ‘legittima difesa’ contro un governo – a matrice Pd – che sta affamando i territori a suon di tagli”.

Quanto ai dettagli sulla fusione: “Nello spirito delle due amministrazioni non c’è intento di prevaricare una sull’altra. Obiettivo non è di accontentare qualcuno con le poltrone, come insinua il PD, ma anzi di diminuirle”. “Se l’opposizione contesta il processo di fusione (tra l’altro promosso dalla stessa Regione) è evidentemente perché si aspetterebbe una spartizione a tavolino di incarichi e poltrone”.

E il segretario Lega Nord di Borgonovo Franco Azzalin incalza. “Le opposizioni a Borgonovo viaggiano in ordine sparso: la terza lista accusa la Lega di essere arrendevole, il Pd di essere preponderante. Che si decidano”. “Alle minoranze chiediamo una svolta di serietà e meno dietrologie. Sono arrivate proposte assurde di fusione con Pecorara o Caminata, molto più lontani di Ziano. Sembra che in casa Pd le fusioni vadano bene solo quando al governo dei Comuni ci sono giunte di sinistra. Non ci vengano a dare lezioni quando a Roma stanno stravolgendo la costituzione per imporsi ad ogni livello politico”. “E a chi parla di centrodestra in difficoltà dico: il Pd, dilaniato da guerre politiche interne, guardi in casa propria “

A riguardo interviene anche il Segretario Provinciale del Carroccio Pietro Pisani. “Il consenso della Lega nel territorio di Borgonovo e Ziano è evidente e sotto gli occhi di tutti. I cittadini premiano la nostra concretezza. Il PD farà meglio a pensare alla propria emorragia di voti e ai disastri che combina a Roma e Bologna piuttosto che fare critiche sterili e inutili. La politica della Lega è quella di perseguire il bene delle popolazioni e in questa direzione va anche la scelta della fusione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.