Quantcast

Logistica, patto Comune-La Spezia: mostra convegno a Pc Expo

Corridoi veloci, dove è garantito il controllo della merce ma anche l’abbattimento delle procedure burocratiche tra i porti europei e i loro interporti. Se ne è parlato a La Spezia, in occasione del Forum legato al programma europeo WiderMoS

Più informazioni su

Corridoi veloci, dove è garantito il controllo della merce ma anche l’abbattimento delle procedure burocratiche tra i porti europei e i loro interporti. Se ne è parlato a La Spezia, in occasione del Forum legato al programma europeo WiderMoS, il cui acronimo (Wide Interoperability and new Governance moDels for freight Exchange linking Regions through Multimodal maritime based cOrridorS) significa in sostanza trovare soluzioni per rendere il traffico della merce il più veloce e il più sostenibile possibile, nel contesto delle reti Ten-T (la ragnatela di infrastrutture che l’Europa sta realizzando per mettere in comunicazione l’intero continente).

In questa sede si è tenuto anche l’incontro tra il Vice Presidente di Piacenza Expo Franco Spaggiari e Lorenzo Forcieri, Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia. L’occasione è stata proficua per parlare del recente protocollo d’intesa siglato tra il Comune di Piacenza e la realtà ligure al fine di promuovere le relazioni operative per una pianificazione coordinata tra il Polo Logistico piacentino e il Porto di La Spezia.

In questo accordo troveranno spazio, nel prossimo anno, momenti di approfondimento e studio che culmineranno in una mostra convegno da tenersi a Piacenza Expo, che avrà un taglio politico istituzionale e che vedrà coinvolte tutte le realtà imprenditoriali interessate alla logistica su questi territori.
“Il concetto di integrazione porto-hinterland – ricorda Lorenzo Forcieri – è il filo conduttore degli obiettivi strategici delineati nel Piano nazionale della portualità e della logistica”.

“Piacenza Expo è in questo caso – precisa Franco Spaggiari – lo strumento operativo del Comune di Piacenza interessato a sviluppare relazioni istituzionali che possano favorire la crescita ed il consolidamento del tessuto imprenditoriale legato alla logistica intermodale. Si tratta di promuovere il nostro distretto come piattaforma di servizi funzionale agli assi di transito europei. Il territorio piacentino si configura, nei confronti dei principali porti liguri, e di La Spezia in particolare, quale piattaforma  logistica privilegiata a sud di Milano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.