Quantcast

L’uovo di Bertuzzi (accompagnato dalle galline) donato alla città FOTO foto

Nella cornice della Cavallerizza di Piacenza, domenica pomeriggio l’artista Romano Bertuzzi ha consegnato ufficialmente all’amministrazione comunale – rappresentata dal sindaco Paolo Dosi e dall’assessora alla Cultura Tiziana Albasi – l’opera “Favole

Nella cornice della Cavallerizza di Piacenza, domenica pomeriggio l’artista Romano Bertuzzi ha consegnato ufficialmente all’amministrazione comunale – rappresentata dal sindaco Paolo Dosi e dall’assessora alla Cultura Tiziana Albasi – l’opera “Favole”. E per accogliere l’uovo gigante non sono mancate neppure le galline rinchiuse in un apposito recinto.

La scultura dell’uovo, collocata nel luglio scorso nell’area, in concomitanza con Expo 2015, diventa quindi parte integrante del patrimonio culturale, artistico e urbanistico della città. Nell’occasione, gli allievi del Centro studi Musica Medicina di Pavia, associazione di musicoterapia, si sono esibiti con Roberto Aglieri ai flauti, chitarra e percussioni, Angela Chiofalo e Sergio Maggi alle percussioni, Patrizia Novellino alle percussioni e voci, Martina Sesti all’arpa celtica, percussioni e voce.

A seguire, al Museo civico di Storia naturale in via Scalabrini si è tenuto l’iniziativa “Uova d’autore”, momento di gastronomia, arte e storia dedicato all’uovo, con lo show cooking di tre grandi chef: Carla Aradelli del ristorante Riva, Ettore Ferri de La Colonna e Isa Mazzocchi de La Palta.

Degustazione di vini offerta da Mossi 1558 e Cantine Romagnoli. Negli spazi museali si possono ammirare anche altre opere di Romano Bertuzzi, unitamente alla piccola mostra di documenti e immagini “Nell’uovo c’è la storia”, proveniente dalla biblioteca Passerini Landi e inserita nell’esposizione “Semi di carta”.

L’evento ha il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Architetti di Parma e Piacenza e Mylius, la ditta specializzata nella costruzione di yacht che ha collaborato con l’artista per consentire la realizzazione di un’opera di peso superiore a 15 quintali e altezza pari a 7 metri.

Le attività del progetto “Favole” proseguiranno sino all’aprile 2016, con il coinvolgimento delle biblioteche Passerini Landi e “Corrado Confalonieri” di Calendasco. Protagonisti saranno i bambini che ascolteranno letture a tema, si cimenteranno in laboratori artistici e proporranno nuove storie con la loro fantasia.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.