Quantcast

“Suo figlio ha avuto un incidente, deve pagare l’avvocato”. Allarme truffa telefonica

L'anziana ha dato circa 2mila500 euro in contanti all'uomo, finto carabinieri in borghese, che poco dopo l'ha raggiunta a casa, scoprendo solo dopo il tranello.

Allarme truffa telefonica a Piacenza. “Suo figlio ha avuto un incidente stradale, deve pagare l’avvocato per le pratiche”: questa la notizia ricevuta al telefono di casa alcuni giorni fa da un’anziana residente in città. Dall’altra parte della cornetta alcuni truffatori, i quali, spacciandosi per carabinieri, hanno tentato di convincere la donna a versare una somma consistente ad un loro collega che si sarebbe presentato poco dopo alla sua porta. La signora, insospettita, ha detto che avrebbe prima chiamato il 112 per accertarsi che dicessero il vero e ha riagganciato il telefono.

E qui scatta l’imbroglio: i malviventi restano in linea, così che quando l’anziana rialza la cornetta e compone il 112, credendo di parlare con il comando dei carabinieri, dall’altra parte del filo ci sono ancora i truffatori, che la convincono così definitivamente della bontà delle loro parole. La signora ha quindi dato circa 2mila500 euro in contanti all’uomo, finto carabinieri in borghese, che poco dopo l’ha raggiunta a casa, scoprendo solo dopo il tranello e denunciando l’accaduto ai carabinieri, questa volta quelli veri.

Le forze dell’ordine raccomandano attenzione a chiunque riceva telefonata di questo tipo e, soprattutto, di chiamare i carabinieri utilizzando un altro telefono, evitando così di cadere nel loro tranello. Altre truffe agli anziani si sono verificate nelle ultime settimane, utilizzando l’espediente dei falsi tecnici Iren che millantano interferenze con l’oro custodito in casa, per poi rubarlo approfittando della fiducia e di un attimo di distrazione delle vittime. Anche in questo caso si raccomanda la massima attenzione. 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.