Quantcast

Un anno in Regione, Tarasconi e Molinari “Squadra forte per Expo e alluvione”

 I consiglieri Pd Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi, insieme al segretario provinciale Loris Caragnano, tracciano il bilancio del primo anno di attività in Regione. 

“Piacenza in Regione può contare su una squadra di tutto rispetto, che ben rappresenta il territorio”. I consiglieri Pd Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi, insieme al segretario provinciale Loris Caragnano, tracciano il bilancio del primo anno di attività in Regione. Tanti i risultati raggiunti in un momento non facile, quello del post Errani, che hanno subito però messo in evidenza cambiamenti rispetto al passato: la conferma del potenziamento ferroviario post Expo su Piacenza, la gestione dell’emergenza dell’alluvione del settembre scorso, una presenza costante del presidente Stefano Bonaccini sul territorio piacentino, oltre 4 milioni di euro per l’edilizia scolastica. 

Un cambio di passo che si aggiunge all’impronta data alla gestione del governo regionale: taglio ai costi della politica, la legge sui rifiuti, patto per il lavoro, aumento dei fondi per al cultura, no all’aumento delle tasse. 

“Piacenza non aveva mai avuto una presenza così forte in Regione, con due consiglieri e l’assessore regionale Paola Gazzolo – afferma Tarasconi – come dimostra la presenza del presidente Bonaccini che è stato più volte nella nostra città. La massiccia presenza di piacentini in Regione rappresenta una grande opportunità che stiamo valorizzando al meglio; la nostra capacità di fare squadra è già stata testata in occasione dell’alluvione, e ora arriveranno altre risorse per le strutture sportive praticamente rase al suolo in quei giorni dal maltempo. Anche la conferma dei treni aggiuntivi predisposti per Expo è un gran risultato, potevano non essere confermati. Per non parlare dello stanziamento di fondi aggiuntivi per la cultura; vedremo gli effetti nel 2016”.

Molinari aggiunge “In un anno delicato dal punto di vista dei cambiamenti istituzionali, la nostra Regione ha anticipato i tempi per dare delle risposte ad esempio al riordino delle Province”. “Ho iniziato con Katia a lavorare in Regione in una fase difficile, quella del post Errani, il nostro obiettivo è quello di arrivare in Regione con progetti condivisi e fare squadre. Rispetto al massimo il lavoro fatto dalla minoranza, esposto dal consigliere Tommaso Foti proprio ieri, ma tocca alla maggioranza composta da Pd e Sel assumere la responsabilità di governo e delle scelte che assume”. Tema chiave è la sanità. “L’ospedale nuovo di Piacenza non è un tema all’ordine del giorno, si tratta di un annuncio fatto senza preparare tanto il terreno, e rappresenta l’inizio di un percorso molto lungo. Ovviamente da piacentino sono contentissimo, ma questo non deve distogliere l’attenzione dalla partita importantissima della riorganizzazione dei servizi. L’utenza non deve subire peggioramenti nell’erogazione delle prestazioni sanitarie”. 

“La Regione è l’ente più vicino ai cittadini, lo dimostra sia per capacità di spesa che per efficienza come si è visto in occasione dell’alluvione – conclude il segretario Caragnano -. Come Pd Piacenza abbiamo una squadra di presidio di tutto rispetto, composta dai nostri consiglieri e dall’assessore Paola Gazzolo. Una squadra che sta facendo e può ancora fare bene, da promuovere a pieni voti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.