“Un concorso per ricostruire il lungo Nure”: l’iniziativa degli architetti e del comune di Farini

E’ l’iniziativa lanciata dall’Ordine degli Architetti di Piacenza in collaborazione con il Comune di Farini, illustrata nel corso di una conferenza stampa a margine del consiglio dell'Ordine nella sede dell'Urban Center

Più informazioni su

Un concorso di progettazione per riportare a nuova vita il lungo Nure a Farini, una delle aree più belle della vallata devastata dall’alluvione dello scorso settembre.

E’ l’iniziativa lanciata dall’Ordine degli Architetti di Piacenza in collaborazione con il Comune di Farini, illustrata nel corso di una conferenza stampa a margine del consiglio dell’Ordine nella sede dell’Urban Center.

“Nei giorni immediatamente successivi all’alluvione – ha spiegato il presidente dell’Ordine Giuseppe Baracchi – è nata l’idea di metterci al servizio dei comuni rimasti danneggiati, su questo tema mi sono confrontato di recente in consiglio nazionale con alcuni colleghi di Benevento, zona purtroppo martoriata dal maltempo”.

“Vista la lunga amicizia che mi lega al sindaco di Farini, abbiamo pensato all’organizzazione di un concorso per riqualificare tutto il lungo Nure. In accordo con l’amministrazione comunale stabiliremo le coordinate, cercando di portare qualità nella progettazione: l’intenzione è quella di affidare al vincitore anche la realizzazione dell’opera”.

“Sono molto contento di questo aiuto da parte degli architetti – ha affermato il sindaco di Farini Antonio Mazzocchi – per un intervento nel luogo per noi turisticamente più bello: una volta messa in sicurezza la zona e ottenuti i finanziamenti ci metteremo al lavoro perché il lungo Nure diventi più bello di prima attraverso un progetto semplice e di qualità”. L’obiettivo è quello di poter rendere di nuovo fruibile l’area per la prossima estate: “Attualmente siamo in ritardo per la realizzazione delle difese, stiamo aspettando l’esito delle gare per la realizzazione della difesa spondale, speriamo in un avvio rapido dei lavori, anche perché stiamo entrando in una stagione difficile dal punto di vista meteorologico”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.