Quantcast

Calcio Eccellenza, Carpaneto a Brescello prima del giro di boa

Nell'ultima giornata d'andata, la squadra di Mino Lucci (con un Pessagno in più) proverà a riscattarsi contro la Cenerentola dopo due ko consecutivi. La guida al match di domenica (ore 14,30)

Più informazioni su

Tre punti per riscattare due sconfitte e andare con il sorriso al giro di boa del campionato. E’ questa la missione della Vigor Carpaneto 1922 (Piacenza) nella sfida di domenica a Brescello (ore 14,30) nell’ultimo turno del girone d’andata del campionato di Eccellenza emiliana.

La formazione biancazzurra allenata da Mino Lucci si presenterà allo stadio “Morelli” con il nuovo acquisto Simone Pessagno, con il centrocampista ex Lentigione (serie D) convocato per la sfida. Non ci saranno, invece, gli squalificati Simone Fumasoli e Lorenzo Strozzi.

Nel paese di don Camillo e Peppone, il Carpaneto cercherà di ritrovare il feeling con i tre punti, smarrito negli ultimi due match: prima è arrivata la sconfitta di misura sul campo del San Felice (1-0), mentre domenica scorsa Ruffini  e compagni si sono arresi davanti al pubblico amico al cospetto della Sanmichelese (1-2).

“Veniamo – spiega il tecnico Mino Lucci – da un periodo non brillante e questa sarà una partita importante per noi, dove dovremo conquistare la vittoria per ripartire di slancio nella seconda metà di campionato. Il ko di domenica scorsa contro la Sanmichelese è frutto di una serie di motivi che conosciamo e che abbiamo analizzato, cercando di migliorare”.

Nella prima parte della settimana, la società biancazzurra aveva ribadito la fiducia al proprio allenatore, murando le voci giornalistiche che ventilavano un possibile esonero.

“Fin dal primo giorno a Coverciano – spiega Lucci – mi hanno insegnato che un allenatore ha sempre la valigia in mano e lavora sul filo dell’equilibrio. Personalmente, non mi esalto nelle vittorie e non mi deprimo nelle sconfitte. L’importante è essere convinti di fare il massimo, anzi ora bisogna metterci qualcosa in più, tutti insieme. Ci mancano 5-6 punti in classifica, quelli che sono sfumati nei minuti finali in varie partite, per rispecchiare il nostro vero valore: possiamo fare meglio”.

Ora la Vigor ha un Pessagno in più nel motore. “Arriva – osserva il tecnico della Vigor – da una categoria superiore, nella scorsa stagione ha vinto l’Eccellenza con il Lentigione ed è un centrocampista a cui piace inserirsi e cercare il gol. Ha un buon fisico e ci può dar qualcosa in più, pur nella consapevolezza che non può essere un giocatore a cambiare le sorti di una squadra. Tutti dobbiamo dare qualcosa in più”.

Infine Lucci inquadra l’avversario di domenica. “Il Brescello sta cambiando la rosa per cercare di uscire da una situazione di classifica non felice dopo la bella annata che abbiamo condiviso nella scorsa stagione in Promozione. Ci possiamo trovare davanti un’altra squadra e sotto questo punto di vista è una delle peggiori partite che puoi affrontare, sfidando un avversario con l’acqua alla gola. In ogni modo, abbiamo visto che non c’è squadra che scenda in campo sbagliando l’approccio e dobbiamo ricordarci che non ci devono mai mancare corsa e cattiveria”.

L’AVVERSARIO – Dopo il ripescaggio avvenuto in estate, il Brescello è approdato in Eccellenza, ma l’annata da protagonista nella scorsa stagione non è stato finora ripetuta nella categoria superiore.

La squadra allenata da Cesare Vitale (che da giocatore vanta esperienze in B con la Reggiana, che poi ha allenato per tre giornate in serie A), infatti, è ultima in classifica con soli 5 punti all’attivo e una rincorsa-salvezza che si fa in salita, anche se tutto si giocherà nella seconda metà del campionato.

Finora, il Brescello è andato a segno contro il Rolo (2-1 esterno nella quinta giornata), oltre a pareggiare in trasferta con Salsomaggiore e Cittadella Vis San Paolo. In casa, invece, solo sconfitte (8 su 8) con 4 gol realizzati e 24 subiti.

LA TERNA ARBITRALE – A dirigere l’incontro tra Brescello e Vigor Carpaneto 1922 sarà l’arbitro Stefano Grassi della sezione Aia di Forlì, coadiuvato dagli assistenti Matteo Panizzi e Cristian Canu di Parma.

IL DUELLO – Nella scorsa stagione, la Vigor Carpaneto 1922 e il Brescello hanno dato vita a un avvincente duello nel campionato di Promozione. La squadra piacentina ha dominato la prima parte della stagione, salvo perdere lo scontro diretto (come quest’anno in calendario all’ultima giornata) del girone d’andata e subire la clamorosa rimonta dei reggiani, completata nel girone di ritorno con aggancio e sorpasso.

La tenacia della Vigor, però, non è mancata e la resa dei conti si è avuta nello storico pomeriggio del 3 maggio allo stadio “Morelli” di Brescello, dove davanti a quasi 800 persone il Carpaneto (alla vigilia a 2 punti di distacco dai padroni di casa) conquistò la vittoria finale in campionato e la promozione in Eccellenza grazie al 3-2 maturato sul campo.

IL TURNO – Questo il programma dell’ultima giornata d’andata del girone A di Eccellenza emiliana: Cittadella Vis San Paolo-Fiorano, Fidentina-Luzzara, Folgore Rubiera-Colorno, Formigine-Castelvetro, Sanmichelese-Fidenza, Brescello-Vigor Carpaneto 1922, Rolo-Bagnolese, San Felice-Pallavicino, Salsomaggiore-Casalgrandese.

LA CLASSIFICA – Castelvetro 40, Fidentina 35, Rolo 33, San Felice 27, Vigor Carpaneto, Colorno 26, Casalgrandese 24, Bagnolese, Folgore Rubiera 23, Salsomaggiore 22, Luzzara 21, Sanmichelese 19, Pallavicino 18, Fidenza 15, Fiorano 14, Cittadella Vis San Paolo, Formigine 10, Brescello 5.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.