Quantcast

Cellule staminali, da Piacenza la ricerca di donatori in tutto il mondo foto

La struttura ospedaliera di Piacenza diventa così tra le migliori, in questo campo, in Emilia Romagna. Solo Bologna e Modena hanno ottenuto lo stesso tipo di riconoscimento, sempre nel 2015

Più informazioni su

Centro trapianti di cellule staminali, accreditamento internazionale per l’intera attività a Piacenza.
 
Il Centro trapianti di cellule staminali dell’Azienda Usl di Piacenza ha ottenuto nei giorni scorsi l’accreditamento di valenza internazionale JACIE-FACT. Trova così definitiva conferma tutta l’attività finora svolta dall’equipe: se un paziente in cura nel nostro ospedale ha bisogno di un trapianto, è possibile valutare l’ipotesi di una procedura autologa (autotrapianto) o, nel caso questa non sia possibile, anche di cercare sui registri nazionali e di tutto il mondo un donatore HLA compatibile e poi eseguire in loco l’intervento.

La struttura ospedaliera di Piacenza diventa così tra le migliori, in questo campo, in Emilia Romagna. Solo Bologna e Modena hanno ottenuto lo stesso tipo di riconoscimento, sempre nel 2015. 

L’accreditamento Jacie-Fact sancisce il rispetto di regole precise anche per l’attività di trapianto da non familiare, iniziata a Piacenza nel 2013. Questo significa che è possibile accedere a registri nazionali e internazionali di tutto il mondo per cercare donatori compatibili. 

A Piacenza sono stati eseguiti 400 trapianti di cellule staminali, di questi 310 sono stati eseguiti con trapianto autologo (dal paziente stesso), e 90 da trapianto allogenico (da donatori). L’importante successo è stato presentato dal direttore generale Luca Baldino, dal direttore del centro trapianti Daniele Vallisa, Guido Pedrazzini direttore sanitario dell’azienda. 

Il laboratorio di immugenetica HLA di Piacenza è anche sede del registro dei donatori di midollo osseo; gli iscritti piacentini sono 5700, un dato che pone la nostra provincia ai primi posti in Italia. Di questi, 37 hanno già donato il proprio midollo sia in tutta Italia sia all’estero: Canada, Stati Uniti, Francia e Germania. Di recente, invece, un paziente in cura all’ospedale di Piacenza ha beneficiato della generosità di un donatore argentino. 

Importanti risultati raggiunti grazie al fondamentale apporto del volontariato: l’associazione piacentina leucemie, Admo e Avis. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.