Quantcast

Dai libri introvabili agli oggetti vintage, le idee più originali per i regali di Natale foto

Anche quest’anno il Natale si avvicina e, come ogni anno, trovare un regalo originale da fare alle persone care è un’impresa difficile; se siamo persone dai gusti particolari e non ci piace trovare sotto l’albero il classico maglione della mamma o l’ultimo libro di Sophie Kinsella, forse questo è l’articolo che fa per voi.

Più informazioni su

Anche quest’anno il Natale si avvicina e, come ogni anno, trovare un regalo originale da fare alle persone care è per molti un’impresa difficile; se siamo persone dai gusti particolari e non ci piace trovare sotto l’albero il classico maglione della mamma o l’ultimo libro di Sophie Kinsella, forse questo è l’articolo che fa per voi.

Dai romanzi rosa ai libri della libreria Bookbank, ad esempio, il salto può essere breve ma significativo: la libreria di via San Giovanni a Piacenza, infatti, si occupa di vendere libri usati o d’altri tempi, tra cui gli introvabili libri del francese George Perec o i vecchi fumetti Oscar Mondadori.

Tra le sue proposte più esclusive, come novità del 2015, è possibile trovare il “giardino nei libri”, un libro dal cuore intagliato al cui interno vi è una pianta grassa da coltivare. Completamente fatto a mano, “è un libro per chi non legge, è un libro per chi ama le piante ma ha lo spazio di una scrivania, è il libro per chi su quella scrivania ci lavora ma sogna spazi verdi infiniti”.

Se l’idea del libro come regalo non vi soddisfa, ricordate che con la carta si possono creare anche altri oggetti. Per la rubrica ”ricicliamo che è meglio”, alla libreria Berti di Piazza Duomo, all’angolo con via Legnano, possiamo trovare una sezione interamente dedicata a Papero: no, non è un simpatico soprannome, ma il nome di un’editoria dedicata interamente al riutilizzo della carta nelle sue forme più svariate.

Al punto vendita, possiamo trovare libri fatti a mano con carte ecologiche, oggetti d’arredamento, borse di carta di giornale, addobbi natalizi, gioielli di carta e agende realizzate con materiali ecologici per i meno scettici. L’obiettivo è stampare libri e oggetti con una carta che ha un percorso etico alle spalle. Ce n’è proprio per tutti i gusti, dall’edizione speciale de “Il piccolo principe” in dialetto piacentino, al “libro di Natale”, che narra una favola per bambini personalizzata con nome e luoghi del destinatario del regalo: la storia, ovviamente, contiene una morale ben precisa, ovvero dimostrare come le persone siano migliori di quello che sembrano.

Se poi la carta è troppo lontana dalla vostra idea di regalo, potete sempre comprare gioielli cambogiani, cosmesi naturali, candele, giochi in latta del Madagascar, strumenti musicali “alternativi” e delizie del commercio equo solidale: la sede, a Piacenza, è la bottega della Pecora Nera di Via Legnano, che offre cestini e borse da confezionare con prodotti che tengono conto dei diritti dei lavoratori di molte zone del mondo sottosviluppate.

Sulla stessa linea d’onda, ma con finalità diverse, è la filosofia del negozio dell’As.so.fa di via Illica, che vende oggettistica di Natale il cui ricavato verrà destinato alla nota associazione di volontariato.

Appassionati di vintage? “L’altra vetrina” della Caritas diocesana di via Giordani, di fronte al dormitorio, è ricca di libri, gioielli, pellicce, borse, piatti e oggettistica per la casa che sono state donate alla Caritas, ripulite e vendute. L’obiettivo è recuperare tutti quegli oggetti donati dai cittadini che la Caritas non ritiene essenziali per i più bisognosi.

Il ricavato delle vendite, ovviamente, verrà “trasformato” in cibo per la mensa poveri. Sicuramente un’iniziativa che corona il sogno di un Natale in cui “siamo tutti più buoni”, anche se la solidarietà, si sa, non dovrebbe manifestarsi solo nelle festività. 

Daniela Tucci

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.