Quantcast

Europa e terrorismo, Tajani (Fi): “Più controlli anche online” foto

La delicata situazione internazionale, il rischio terrorismo ed il ruolo dell’Italia e dell’Europa negli scenari mondiali. Di questo si è parlato nell'incontro organizzato venerdì sera da Forza Italia all'Albergo Roma di Piacenza

Più informazioni su

La delicata situazione internazionale, il rischio terrorismo ed il ruolo dell’Italia e dell’Europa negli scenari mondiali. Di questo si è parlato nell’incontro organizzato venerdì sera da Forza Italia all’Albergo Roma di Piacenza: ospite d’onore, insieme all’Onorevole Massimo Palmizio, il vicepresidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.

“Sul fronte terrorismo l’Europa poteva fare di più in passato – ha affermato – oggi, dopo i tragici fatti di Parigi, è stata rapidamente presa una decisione importante: mi riferisco alla possibilità di registrare e far conoscere i movimenti dei passeggeri sugli aerei, che permette di tracciare spostamenti di persone sospette”.

Tajani ha parlato di una serie di interventi da mettere in atto, in particolare “per impedire gli “arruolamenti” attraverso internet, come pare sia accaduto anche in occasione della strage di due giorni fa a San Bernardino negli Stati Uniti”: “Su questo punto – ha detto – dobbiamo essere assolutamente fermi”.

“L’Europa – ha aggiunto – deve essere parte di una grande coalizione con Usa, Russia, Cina e i paesi musulmani per andare a colpire il grande Califfato: lì è il nodo del problema, sia per quanto riguarda il terrorismo che per l’immigrazione. Servono una vera politica estera europea e una vera politica di difesa”. 

Tajani, a margine dell’incontro, ha incontrato la signora Ornella Agnelli, che nell’alluvione dello scorso 14 settembre ha perso il figlio Luigi e il marito Filippo, il cui corpo non è più stato ritrovato: nei giorni scorsi l’onorevole Palmizio, attraverso una interrogazione al Ministro dell’Interno aveva portato all’attenzione la situazione della signora Agnelli, che, scrive Palmizio, “si trova nell’impossibilità di riprendere una condizione di vita più possibile normale sia per la ricerca del corpo del marito sia per l’impossibilità di ottenere la pensione di reversibilità dovendo trascorrere almeno tre anni per il riconoscimento della stessa in casi di dispersi”. 

“L’incontro è un’occasione per cementare rapporti di collaborazione e lavoro per il territorio con l’entusiasmo crescente che sta suscitando il nostro Partito – dice il Responsabile Provinciale di Forza Italia Jonathan Papamarenghi – unendo alla voglia di stare assieme un’occasione di confronto e di costruttiva strategia per il futuro dei nostri paesi e dell’Italia”.

“Di fronte a leadership europee ed internazionali completamente assenti – conclude Papamarenghi – ed alla prova dei fatti che, drammaticamente, danno ragione alle politiche estere del Presidente Berlusconi, notoriamente contrario agli attacchi in Libia che hanno gettato le basi per la situazione attuale, assistiamo ad una situazione fuori controllo dove la visione più lucida, oltre a quella della Russia di Putin arriva ancora una volta da Forza Italia”.

“Intanto, nelle mani di questo Partito Democratico allo sbando tanto a livello nazionale quanto nelle amministrazioni piacentine, assistiamo da una parte ad un’invasione fuori controllo scaricata sui nostri territori, e dall’altra dall’assoluta assenza di qualsiasi serio provvedimento a favore della sicurezza ed a difesa della nostra sempre più bistrattata millenaria civiltà cristiana.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.