Quantcast

Fiorenzuola, carabinieri in congedo sorvegliano il mercato foto

I militari in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Fiorenzuola tornano in campo. Da giovedì 10 dicembre sono tornati tra la gente, per svolgere il servizio di assistenza, osservazione e segnalazione sul mercato cittadino

Più informazioni su

I militari in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Fiorenzuola tornano in campo. Da giovedì 10 dicembre sono tornati tra la gente, per svolgere il servizio di assistenza, osservazione e segnalazione sul mercato cittadino.

La presentazione del servizio si è svolta in Municipio, dove è stato firmato il protocollo d’intesa tra il Comune e l’A.N.C. di Fiorenzuola per la regolamentazione del servizio di volontariato, alla presenza del sindaco Giovanni Compiani, del presidente dell’Associazione, Rino Russotto, del vice Sandro Dialuce, di due carabinieri effettivi della Stazione di Fiorenzuola, della comandate della Polizia Municipale, Carla Rigolli, e del presidente del consiglio comunale, Santino Bravo.

«L’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Fiorenzuola – ha spiegato il presidente Russotto – riprende il servizio, che per adeguamenti assicurativi e normativi era stato sospeso. Grazie alla disponibilità della Compagnia carabinieri di Fiorenzuola, alla fermezza e volontà del sindaco, alla collaborazione della comandante della Polizia Municipale e all’apprezzamento e mobilitazione di numerosi cittadini ed ambulanti, siamo arrivati alla stipula di un protocollo d’intesa con l’Amministrazione, la quale ha accettato con piacere la nostra proposta di collaborazione”.

Sarà, inoltre, possibile ampliare il raggio d’azione in accordo con la Stazione carabinieri ed il settore Polizia urbana. “È’ per me e tutti i soci – conclude Russotto – motivo di orgoglio tornare a svolgere quest’opera di volontariato dimostratasi tanto efficace quanto stimata da cittadini ed istituzioni”.

«L’attività – ha aggiunto il primo cittadino – consiste in un intervento di supporto, aggiuntivo al compito specifico svolto dagli organi comunali ed intercomunali per assicurare un’azione capillare, che consenta una migliore fruibilità degli spazi pubblici da parte della cittadinanza, migliorando la convivenza civile ed il rispetto della legalità».

I volontari, in caso di necessità, potrebbero essere impegnati nel settore scolastico e sociale, con il compito di salvaguardie ed osservazione del territorio comunale, in particolare delle scuole medie, elementari, scuole dell’infanzia e asili nido, delle aree pubbliche, aree mercatali, parchi e del patrimonio ambientale e culturale in generale; nel settore culturale e ricreativo, con l’assistenza di Leonardo Trespidi, durante le manifestazioni civili e religiose di carattere culturale e ricreativo promosse dall’Amministrazione; assistenza in occasione di gravi incidenti e calamità naturali.

Durante il loro servizio, nel caso di problematiche urgenti, i militari in congedo dovranno segnalare quanto rilevato nella loro attività, agli uffici competenti o alle forze dell’ordine.

Dopo la presentazione alla stampa, i volontari si sono recati subito al “lavoro” sul mercato. Diverse sono state le persone che, o per qualche segnalazione o anche per un semplice chiarimento sul servizio, hanno fermato i volontari. Tanti anche quelli che si sono complimentati e hanno espresso i propri ringraziamenti per la presenza sul mercato: «Con la gente che c’è in giro non ci si può fidare di nessuno, adesso ci sentiamo più sicuri sapendo che in caso di bisogno possiamo contare su di loro».

Nella prima giornata di servizio, con tanto di pettorina catarifrangente, cappellino, tesserino di riconoscimento e telefono per segnalare anomalie, c’erano Rino Russotto, Sandro Dialuce (vicepresidente dell’Associazione), Luigi Trespidi (segretario), Valter Barbieri, Nicola Russomando e Antonio Petrullo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.