Fusione Borgonovo-Ziano, in Regione ok dalla Commissione

La Commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, ha espresso parere favorevole (nessuno contrario) al progetto di legge d’iniziativa della Giunta che punta a istituire un nuovo Comune unico mediante la fusione dei Comuni di Borgonovo Val Tidone e Ziano Piacentino

Più informazioni su

La Commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, ha espresso parere favorevole (nessuno contrario) al progetto di legge d’iniziativa della Giunta che punta a istituire un nuovo Comune unico mediante la fusione dei Comuni di Borgonovo Val Tidone e Ziano Piacentino, in provincia di Piacenza.

Dopo il passaggio in Aula, la procedura prevede la sospensione dell’iter e l’indizione del referendum consultivo delle popolazioni interessate, ai sensi della L.r. 24/1996 e dell’articolo 50 dello Statuto regionale.

Con questa iniziativa, la Giunta regionale ha aderito all’istanza presentata dai Consigli comunali di Borgonovo Val Tidone e Ziano Piacentino, i quali, impossibilitati a esercitare direttamente l’iniziativa legislativa per la fusione, non raggiungendo la soglia dei 50.000 abitanti complessivi richiesta dallo Statuto regionale, hanno fatto pervenire alla Regione formale istanza ai sensi dell’articolo 8, comma 2, della legge regionale n. 24 del 1996.

La legge regionale che disciplina il procedimento legislativo di fusione di Comuni prevede che le spese del referendum consultivo siano a carico della Regione.

Il presidente Pompignoli ha informato i commissari del fatto che i due sindaci non hanno ritenuto necessario intervenire in audizione. Il consigliere Tommaso Foti (Fdi-An) ha definito “scorretto il fatto che siano già uscite precise indicazioni sulle date in cui convocare il referendum, prima del voto in Aula”.

“Il tentativo del relatore Gianluigi Molinari (PD) di tirare in lungo sull’approvazione del progetto di legge, per altro predisposto dalla Giunta Regionale, riguardante la fusione dei comuni di Borgonovo VT e Ziano, è franato miseramente” – ha aggiunto lo stesso Foti.

“D’altra parte ogni espediente dilatorio non poteva avere futuro alcuno, atteso che l’espressione del parere da parte della Commissione andava reso entro 15 giorni dall’inizio del suo esame”.

“Ora il progetto di legge sarà esaminato dall’Assemblea Legislativa, probabilmente nella seduta dl 22 dicembre, dopo di che il Presidente della Regione – aggiunge Foti – dovrà stabilire il giorno in cui si terrà il referendum sulla fusione tra i due comuni della Val Tidone.”

“Fratelli d’Italia – conclude Foti – si è espressa oggi in commissione,  e così farà anche prossimamente in aula a favore  del progetto di fusione, che vedrà la nascita di un comune di oltre 10000 abitanti, con possibilità di spesa ampiamente superiori a quelle attuali e con l’assegnazione di adeguate risorse economiche”.     

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.