Insulti e sputi sul treno, fatto scendere a Piacenza finisce in carcere

È finito alla casa circondariale di Piacenza il viaggio di un 38enne nigeriano a bordo di un Freccia Bianca diretto a Milano, dopo che sul convoglio ha rivolto insulti e sputi ai passeggeri e al personale ferroviario. 

È finito alla casa circondariale di Piacenza il viaggio di un 38enne nigeriano a bordo di un Freccia Bianca diretto a Milano, dopo che sul convoglio ha rivolto insulti e sputi ai passeggeri e al personale ferroviario.

La richiesta d’intervento alla Polfer è arrivata dallo stesso capotreno: lo straniero, non senza difficoltà, è stato fatto scendere in stazione a Piacenza dagli agenti e accompagnato in ufficio per accertamenti.

Qui è risultato essere destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla Procura di Torino, dove  il 38enne risiede, dopo che non si era presentato all’obbligo di firma, disposto in seguito al reato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, già commesso più volte anche in passato. La Polfer lo ha quindi condotto in carcere.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.