Quantcast

Piacenza 33esima per reati denunciati. In aumento i furti in abitazione

Piacenza al 17esimo posto in Italia per numero di furti in abitazione nel 2014. Le denunce sono state 12mila 819 reati, oltre 35 al giorno, e collocano la nostra provincia al 33esimo posto della graduatoria nazionale per reati in rapporto ai residenti.

Più informazioni su

Nel 2014 a Piacenza sono stati deunuciati complessivamente 12mila 819 reati, oltre 35 al giorno, che collocano la nostra provincia al 33esimo posto della graduatoria nazionale per reati in rapporto ai residenti: 4mila 451 ogni centomila abitanti.

Sono i numeri sulla sicurezza pubblicati da “IlSole24ore” che con un rapporto dettagliato, elaborato sulla base dei dati del Ministero dell’Interno e Istat, fa il punto della situazione.

Ne esce un quadro che conferma il calo generalizzato delle denunce rispetto all’anno precedente, a Piacenza sono diminuite del 5,9 % sul 2013, ma con un significativo dato in controtendenza: l’aumento dei furti in abitazione.

Per questa speciale categoria di reati, la nostra provincia nel 2014 risale la classifica nazionale fino al 17esimo posto, con 590,9 casi per centomila abitanti e un incremento dello 0,65 % sull’anno precedente.

In tema di furti totali Piacenza occupa la 24esima piazza con 2665 casi ogni centomila abitanti, e un calo percentuale di sei punti rispetto al 2013. Anche per furti con destrezza la media è più alta, siamo al 18esimo posto con 293,4 casi ogni centomila abitanti. 

Contro il fenomeno dei furti, come ricorda la Questura di Piacenza, sono impegnate tutte le forze dell’ordine del territorio, che hanno messo in campo controlli straordinari, presidi interforze oltre all’ausilio del reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia.

La Questura invita inoltre i cittadini a segnalare tempestivamente ogni anomalia o comportamento sospetto, così da rendere più immediato ed efficace l’intervento degli organi competenti, in un’ottica di collaborazione già collaudata nei numerosi gruppi di allerta di vicinato, nati in provincia.

GUARDA LE CLASSIFICHE DE “IL SOLE 24 ORE”

Nell’analisi del “Sole” è la criminalità predatoria a dominare nel 2014 lo scenario della delittuosità in Italia. Tra l’altro con un trend in crescita, in controtendenza rispetto al complesso dei reati. A livello nazionale è Milano a dominare la classifica con oltre 8mila reati per centomila abitanti, seguita da due province emiliane, Rimini e Bologna, mentre in fondo ci sono le province di Oristano, Enna e Matera. 

Il bilancio complessivo

Lo scorso anno sono stati denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria circa 2,8 milioni di reati: su base quotidiana, significa oltre 7.700 reati al giorno, circa 320 all’ora. Consola il fatto che il fenomeno sia in calo rispetto al 2013, quando si erano sfiorati i 2,9 milioni (ma il record è del 2007): -2,74%, dopo anni di crescita, in coincidenza con il periodo della crisi economica. 

Resta invece la piaga dei furti che – con quasi 1,58 milioni di denunce – pesano per oltre la metà sul complesso dei reati: nel 2014 sono cresciuti lievemente (+1,2%), con punte però superiori in alcune tipologie: +8,12% i furti con destrezza (quasi 180mila denunce) e quasi +2% quelli in casa (256mila).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.