Prosa, stasera al Municipale “Ti regalo la mia morte, Veronika”

Con la regia di Antonio Latella, che con Federico Bellini ha curato traduzione e adattamento del film “Veronika Voss” di Rainer Werner Fassbinder

Nuovo appuntamento con la Stagione di Prosa “Tre per Te” del Teatro Municipale di Piacenza, organizzata da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Per il cartellone Altri Percorsi martedì 15 dicembre alle ore 21 va in scena al Teatro Municipale “Ti regalo la mia morte, Veronika” con la regia di Antonio Latella, che con Federico Bellini ha curato traduzione e adattamento del film “Veronika Voss” di Rainer Werner Fassbinder.

Lo spettacolo, prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione, è interpretato da Monica Pideddu con Valentina Acca, Massimo Arbarello, Fabio Bellitti, Caterina Carpio, Sebastiano Di Bella, Estelle Franco, Nicole Kehrberger, Fabio Pasquini, Annibale Pavone, Maurizio Rippa. Le scene sono di Giuseppe Stellato, i costumi di Graziella Pepe, il suono di Franco Visioli, le luci di Simone de Angelis, le ombre di alTREtracce, assistente alla regia Brunella Giolivo.
“Ti regalo la mia morte, Veronika” è il secondo incontro di Antonio Latella con la poetica di Rainer Werner Fassbinder.

Dopo la messa in scena de “Le lacrime amare di Petra von Kant”, nel 2006, Latella rivolge l’attenzione a parte dell’universo cinematografico dell’autore bavarese, costellato dalla presenza di personaggi femminili attraverso i quali Fassbinder ci ha donato un affresco e un’ampia riflessione non soltanto sulla condizione della donna, ma anche sul proprio contesto storico, una Germania non ancora del tutto guarita dalle ferite del passato.

Partendo dalla rievocazione della vicenda di Veronika Voss, diva sul viale del tramonto e vittima di una dottoressa e di un’infermiera senza scrupoli, lo spettacolo insegue una parabola allucinatoria scandita dai ritmi e dagli stati d’animo provocati dall’assunzione di morfina, dove i frammenti di ricordo riaffiorano nella mente di Veronika come incubi, proiezioni di una psiche alterata e in parte compromessa.

Una corsa folle, senza protezioni, in cui realtà e finzione non sono più distinguibili e nella quale i sentimenti diventano inevitabilmente merce di scambio o illusorie gratificazioni, dove persino la morte è accettabile, come liberazione o nuova possibilità.

Un viaggio della mente in cui Veronika incontra alcune tra le protagoniste delle pellicole del cineasta tedesco, da Maria de “Il matrimonio di Maria Braun” a Margot di “Paura della paura”, da Emma Küsters de “Il viaggio in cielo di Mamma Küsters” a Elvira di “Un anno con tredici lune”, fino a Martha, protagonista dell’omonimo film, tutte testimoni di una riflessione cinematografica divenuta negli anni quasi un unico corpo, un’unica grande storia.

Ma anche un viaggio in cui Veronika incontra, soprattutto, il suo ideatore, il regista, il medico ma anche il carnefice Fassbinder, presente fin dal suo primo ricordo, quella sala di un cinema nella quale sorprendiamo entrambi assistere alla proiezione di un film che sembra somigliare al racconto della loro stessa fine.

Uno spettacolo che si è distinto nell’ambito dell’edizione 2015 del Premio della Critica promosso dall’ANCT (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro), la cui cerimonia di consegna si è tenuta nell’ottobre scorso proprio a Piacenza. Infatti Antonio Latella è stato premiato per il complesso delle regie di “Natale in casa Cupiello” e “Ti regalo la mia morte, Veronika” e l’attrice Monica Piseddu è stata premiata per le interpretazioni di “Ti regalo la mia morte, Veronika”, “Alcesti”, “Zoo di vetro”, “Natale in casa Cupiello”. Alla Piseddu è andato anche il prestigioso Premio Ubu 2015 come  miglior attrice o performer per il suo lavoro in “Alcesti”, “Natale in casa Cupiello” e “Ti regalo la mia morte, Veronika”. Foto Brunella Giolivo

PREZZI
Platea
€ 28 (intero) 26 (convenzioni) 24 (ridotto) 16 (family card)

Posto Palco
€ 26 (intero) 24 (convenzioni) 22 (ridotto) 14 (family card)

Ingresso Palchi/Galleria
€ 16 (intero) 15 (convenzioni) 14 (ridotto)

Galleria numerata
€ 21 (intero) 20 (convenzioni) 19 (ridotto) 13 (family card)

Loggione numerato
€ 13 (intero) 12 (convenzioni) 11 (ridotto) 4 (family card)

Ingresso Loggione
€ 8

Studenti posto unico in galleria
€13 – 4 (family card)

Last minute
€ 15 (platea e posto palco) 11 (galleria) 4 (loggione)

INFO E BIGLIETTERIA
TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 10-16.

Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251). Per informazioni: Teatro Gioco Vita, Biglietteria/Promozione pubblico 0523.315578 info@teatrogiocovita.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.