A Rustigazzo la consegna del Premio della Bontà LE FOTO foto

E' stato Vittorio Sgarbi il padrino della trentunesima edizione del Premio della Bontà di Rustigazzo. Una partecipazione a segnare un legame con l’arte e la cultura, sancito anche attraverso l’opera che ha costituisce il Premio, ideata e realizzata in esclusiva dal Maestro d’Arte Orafa Giulio Manfredi

Più informazioni su

E’ stato Vittorio Sgarbi il padrino della trentunesima edizione del Premio della Bontà di Rustigazzo. Una partecipazione a segnare un legame con l’arte e la cultura, sancito anche attraverso l’opera che ha costituisce il Premio, ideata e realizzata in esclusiva dal Maestro d’Arte Orafa Giulio Manfredi, piacentino di nascita ma noto con le sue opere d’arte in tutto il mondo.

Quattro le Menzioni d’Onore consegnate, per ad arrivare al Premio della Bontà 2015, consegnato a Corrado Sforza Fogliani, personalità di primissimo piano sulla scena piacentina e nazionale per gli incarichi ricoperti come Presidente Nazionale di Confedilizia, Presidente Nazionale di Assopopolari, l’Associazione delle Banche Popolari, e Presidente d’Onore della Banca di Piacenza.

“È un dovere morale, oltre che uno stimolo per tutti, – ha sottolineato il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi, che negli ultimi sei anni, assieme al Comitato locale, ha portato il premio anche oltre i confini nazionali – fermarsi ogni tanto e ringraziare chi, in diverso modo, si spende per il prossimo”.

Le Menzioni d’Onore sono andate al Sovrintendente della Polizia di Stato Pier Paolo Moro resosi, fuori servizio,  protagonista di un intervento di soccorso ad una bambina priva di sensi presso una palestra cittadina vicino alla quale si trovava casualmente a passare, all’Asilo Sacra Famiglia guidato dalle Suore Figlie di Maria Ausiliatrice, che da centovent’anni si occupano dei giovani lugagnanesi, all’Associazione “Gruppo Benessere AMOP”, i cui numerosi volontari hanno offerto a titolo assolutamente gratuito pratiche che aiutano a “stare bene” stimolando lo spirito di autoguarigione e al Dottor Giuseppe Braghieri, medico piacentino che si occupa di salvare vite nelle zone più sfortunate del mondo.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.