Bail in e crisi bancarie, incontro dell’associazione Vespero

Il 1 febbraio alle ore 20.45, presso la Sala Grande de l’Istituto Sant’Eufemia, interverranno il prof. Riccardo Puglisi, l’avv. Corrado Sforza Fogliani, insieme ai giornalisti Gaia Scacciavillani e Paolo Fior

Più informazioni su

Dopo l’evento inaugurale del 3 dicembre scorso – con la relazione del prof. M. L. Bassani – l’associazione culturale “Vespero” ha in programma il prossimo 1 febbraio una serata su un tema di grande attualità: il “bail in” bancario.

“Si tratta – come sottolinea Vittorio Silva sul sito www.vespero.eu – di quella serie di normative entrate in vigore il 1° Gennaio nell’Unione Europea e che, in caso di dissesto conclamato di un istituto bancario, impediranno agli Stati dell’Unione di “salvare” tale istituto, non prima che gli stakeholder privati abbiano subito in prima persona una parte rilevante di perdite”.

Un tema giunto all’attenzione del grande pubblico dopo le note vicende che hanno coinvolto alcune banche locali. “Al fine di evitare di cedere al propagandismo – spiega l’associazione – è il caso di approfondire la questione e fare chiarezza: per questo abbiamo deciso di dare il nostro contributo organizzando un dibattito fra esperti del settore”.

Il 1 febbraio alle ore 20.45, presso la Sala Grande dell’Istituto Sant’Eufemia (via San Marco n. 37 – Piacenza), interverranno il prof. Riccardo Puglisi (Università di Pavia, La Voce, Italia Unica), l’avv. Corrado Sforza Fogliani (Presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza, attualmente Presidente del Centro Studi di Confedilizia e Assopopolari), Gaia Scacciavillani e Paolo Fior (redazione economica de Il Fatto Quotidiano).

Gli ospiti saranno moderati e incalzati da Vittorio Silva, per far chiarezza sul mutato contesto normativo nonché sul livello di rischio per risparmiatori ed investitori. L’incontro è aperto al pubblico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.