Combustibili cementifici, Foti (Fdi-An): “No uso Css non più considerati rifiuti”

Il consigliere regionale piacentinoche, firmatario della proposta, è stato nomianto relatore della proposta di legge alle Camere che punta ad abrogare il decreto 22/2013 del ministro dell'Ambiente

Più informazioni su

La commissione Territorio, ambiente, mobilità, presieduta da Manuela Rontini, ha proceduto alla nomina del relatore del progetto di proposta di legge alle Camere su l’“Abrogazione dei decreti del Ministero dell’Ambiente e del Territorio e della Tutela del Mare del 14 febbraio 2013, n. 22 e 20 marzo 2013. Effetti sulle istanze pendenti”.

Il documento era stato presentato lo scorso 23 giugno da Tommaso Foti (Fdi-An), che oggi è stato appunto nominato relatore.

L’obiettivo è quello di abrogare il decreto 22/2013 del ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, in cui si stabiliscono, “nel rispetto degli standard di tutela ambientale e della salute, le condizioni per cui alcune tipologie di combustibili solidi secondari (Css) cessano di essere rifiuti per essere considerati, a tutti gli effetti, un prodotto”, con la conseguenza che possono essere utilizzati in parziale sostituzione dei combustibili fossili tradizionali in cementifici “soggetti al regime dell’autorizzazione integrata ambientale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.